venerdì 6 aprile 2012

Il Mistero di Fatima e i bambini guerrieri di Kony

Rimane un mistero, per me.

Sì, il fatto che esista la Madonna e che, di tanto in tanto, si manifesti agli esseri umani; mi ricorda un po’ l’abitudine del Dio giocherellone dell’antico testamento, che compare ai profeti sotto forma di luce, piante ardenti, esseri umani.

Rimane un mistero, per me, il fatto che la Madonna dia un messaggio (per mezzo di un angelo, ovviamente) a tre pastorelli, un trittico di segreti incredibile, in cui parla dell’inferno, prevede la prima guerra mondiale e raccomanda gli uomini di stare attenti alla Russia (se volete farvi una cultura sul messaggio di Fatima, cliccate QUI).

Rimane un mistero, per me, la preghiera che Giovanni Paolo II ha dedicato alla suddetta nel 1984, ed il motivo per cui non si concretizzi nella realtà. Forse mi sbaglio, ma pensando alle atroci ingiustizie che oggi oscurano l’intera umanità, trovo molto divertenti le seguenti parole: ..E perciò, o Madre degli uomini e dei popoli, Tu che conosci tutte le loro sofferenze e le loro speranze, Tu che senti maternamente tutte le lotte tra il bene e il male, tra la luce e le tenebre, che scuotono il mondo contemporaneo, accogli il nostro grido che, mossi dallo Spirito Santo, rivolgiamo direttamente al Tuo Cuore: abbraccia con amore di Madre e di Serva del Signore, questo nostro mondo umano, che Ti affidiamo e consacriamo, pieni di inquietudine per la sorte terrena ed eterna degli uomini e dei popoli.”.

Rimane un enorme mistero, per me, che la Madonna debba intervenire personalmente per deviare il proiettile sparato contro Giovanni Paolo II; affermazione piuttosto contrastante il fondamento stesso della religione cristiana, che vede il martirio personale come la fonte di liberazione di tutti i mali. E’ come se Gesù avesse chiesto a Dio di allontanarlo dal “calice amaro” e Dio, in tutta risposta, gli avesse detto << eh no ragazzo mio, tu ti becchi una bella flagellazione e una crocifissione. Fra un duemila anni, se mi sveglierò di buon umore, manderò tua madre a salvare un papa da un proiettile.”.
Immagino la reazione intima di Gesù – ma guarda tu cosa mi tocca sentire. Morirò io, che ho fatto tutto il lavoro sporco, che ho vagato per lande desolate a piedi a predicare la sua voce, che ho fatto decine di miracoli.. la prossima volta ascolto mio padre, quello vero, e rimango a fare il falegname -.

Rimane un mistero, per me, sapere in che modo la Chiesa giustifica i crimini perpetrati da Joseph Kony, signore della guerra dell’Uganda, che da anni rapisce migliaia di bambini rendendo le femmine schiave sessuali e i maschi feroci combattenti.
Cioè, so benissimo che la giustificazione è "Dio ci ha fornito il libero arbitrio, siamo noi che sbagliamo", affermazione che io, come tutti gli uomini illuminati dell'intera storia, ribatto con un "già che c'era non poteva crearci senza libero arbitrio e senza cattiveria?".
Rimane un mistero, per me, capire in che modo la Madonna di Fatima interviene per deviare i proiettili, le violenze sessuali, i lavaggi del cervello e i colpi di machete destinati a bambini di nove o dieci anni.

Rimane un mistero il perché nessun dio appare ai signori della guerra per redimerli, oppure ai bambini rapiti da Kony per spiegare loro che è sbagliato irrompere nei villaggi in cui sono cresciuti e sparare ai propri genitori.

Rimane un mistero il motivo per cui le Nazioni devote a Dio non intervengono massicciamente per porre fine allo strazio dell’Uganda.

Rimane un gigantesco mistero, per me, il motivo per il quale il Dio della bibbia dichiara in più apparizioni che gli uomini sono suoi figli, ma poi si corregge dicendo che si riferiva solo a quelli che credono in lui.

Ora che mi sono sfogato, lascio i miei lettori – soprattutto ebrei, cattolici e cristiani – la visione  di questo film su Kony, ed esorto tutti a riflettere sul chi siamo, perchè facciamo del male, cosa possiamo fare per cambiare le cose e, soprattutto, se esiste un Dio da cuore di ghiaccio che per darci lezioni di umanità lascia che migliaia, milioni di persone nel mondo soffrano, si ammalino, vengano assassinati e muoiano nella miseria, nel dolore e nell’indifferenza.

giovedì 5 aprile 2012

Autoscuola all'italiana


Gli italiani guidano malissimo, ma non è solo colpa loro.
Se leggi Auto-scuola, sei per forza invogliato a pensare che dovrai auto-insegnarti il codice della strada.

Una rotonda (sul mare?)


Se c’è un mistero per gli autisti italiani, quello è la rotonda. Nessun italiano ha capito come si impegna una rotonda.
Una volta ho visto un tizio che, sceso dalla macchina, sotto al cartello della rotonda ha messo un foglio con una X ed è rimasto fermo per aspettare la mossa dell’avversario.

martedì 3 aprile 2012

Bersani's cazzat compilèscion

(ANSA, 02 aprile 2012)
Bersani, accusato più o meno indirettamente da Alfano ("chi?", "Alfano.", "Ah... Chi?", "Alfano! Quello con la faccia da serial killer e l'intelligenza di una tapparella", "Ah già già") di essere succube della CGIL, replica di non voler rispondere "..neanche più. Perché non voglio essere offensivo. Noi siamo un grande partito, più grande di quello di Alfano e ragioniamo con le nostre teste. Naturalmente ascoltando imprenditori e lavoratori, ma ragionando sulla nostra idea di società che, per esempio, non può prevedere che il posto di lavoro sia sempre, unicamente, semplicemente, monetizzato anche in assenza di una giusta causa di licenziamento".

Sorvolo su Alfano perchè, come scrittore satirico, ho una coscienza che mi detta dei limiti, e non me la sento di offendere una persona disabile.

Bersani invece.. non saprei, forse anche nei suoi confronti dovrei andarci piano per lo stesso motivo di Alfano.






E vabbè, dai, voglio almeno replicare alle sei cagate che è riuscito a dire in un'unica frase: 

  1. "..Non voglio essere offensivo" - Tranquillo, a giudicare da quante persone ti prendono sul serio quando parli, non rischi di offendere nessuno;
  2. "Noi siamo un grande partito, più grande di quello di Alfano" - Elezioni 2008: PDL 37,4%, PD 33,2% ;
  3. "..ragioniamo con le nostre teste" - Già. A volte il destino è davvero inclemente;
  4. "..Naturalmente ascoltando imprenditori e lavoratori.." - la frase sarebbe perfetta se finisse con un "..abbiamo deciso di andare tutti a pescare rane sui Navigli di Milano";
  5.  "ragionando sulla nostra idea di società" - Dunque, riassumiamo l'idea di società del PD: LAICA E CATTOLICA / LIBERISTA E PROGRESSISTA / PRIVATIZZATA E PUBBLICA / EUROPEA E NAZIONALISTA / ALL'AVANGUARDIA E TRADIZIONALISTA / AMBIENTALISTA PURCHE' SI REALIZZINO INFRASTRUTTURE MEGALOMANI DISTRUTTRICI / LIBERTARIA PURCHE' SI PROIBISCANO L'ABORTO, L'EUTANASIA, I MATRIMONI OMOSESSUALI / PREVIDENZIALE PURCHE' CONCEDA LE PENSIONI SOLO A CHI SUPERA I SESSANTACINQUE ANNI DI ETA'/ ...Se ho dimenticato qualcosa, fatemi sapere.
  6. "non può prevedere che il posto di lavoro sia sempre, unicamente, semplicemente, monetizzato anche in assenza di una giusta causa di licenziamento". Secondo Bersani, in pratica gli imprenditori italiani allo stato attuale non possono licenziare nessuno, anzi ti pagano anche quando rubi in azienda e falsifichi le malattie. Oh Bersani, Bersani, perchè sei tu Bersani? Da piccolo gli anno piantato un cervello "a-b-norme", e questo è il segretario del PD, pensate come stanno messi gli altri.

domenica 1 aprile 2012

Turbino Quattrosfere

Ideato da: Roberto D'IzziaRealizzato
da: Roberto D'Izzia
Data: 30 Marzo 2012





Torpedo

Ideato da: Roberto D'IzziaRealizzato
da: Roberto D'Izzia
Data: 29 Marzo 2012



Stegosaurus

Ideato da: Roberto D'IzziaRealizzato
da: Roberto D'Izzia
Data: 30 Marzo 2012





Starwars

Ideato da: Roberto D'IzziaRealizzato
da: Roberto D'Izzia
Data: 29 Marzo 2012




Pentium

Ideato da: Roberto D'IzziaRealizzato
da: Roberto D'Izzia
Data: 29 Marzo 2012