martedì 28 febbraio 2012

Fango


Perché, dai, dentro le mura di casa nostra, in fondo in fondo, siamo un po’ tutti meschini.
Chiusi nel nostro salotto, al buio della nostra stanza oppure in bagno, nascosti allo sguardo giudicante del mondo intero, possiamo dare sfogo ai nostri biechi istinti da basso ventre.
Perché, dai, siamo un po’ tutti inquinatori; versiamo consapevolmente l’olio usato nello scarico del lavandino, e facciamo abbondante uso di detersivi più o meno devastanti, più o meno colorati e dal fragrante profumo di muschio, tanto chi può vederci?
Certo, al sicuro nelle nostre dimore, siamo un po’ tutti evasori, spregiudicati come fottuti furbetti di quel quartierino ch’è diventato casa nostra; guardiamo i telegiornali e pensiamo che, se avessimo le palle meno mosce, anche noi potremmo organizzare una qualche voragine di denaro pubblico, con l’imbuto che finisce dritto dritto nelle nostre tasche.
Ma sì, dai, quando nessuno può sentirci o indovinare i più segreti pensieri stampati sul nostro volto, siamo un po’ tutti omofobi, perché “le lesbiche almeno sono belle fighe, ma i froci cazzo non si possono proprio guardare”.
Tutti nascosti dietro alla tastiera dei nostri sogni, che ci permette di essere il porco pedofilo e viscido voyeur  altrimenti nascosto nelle nostre sembianze quotidiane; guardiamo, clicchiamo, chattiamo, fotografiamo e speriamo sempre di poter scopare gratis, perché – lo sappiamo  – qualsiasi approccio internettiano nasconde neanche troppo efficacemente il nostro desiderio di scopare gratis, e senza noiose conseguenze.
Del resto, dai, chi ci può riconoscere mentre infrangiamo tutte le regole del codice della strada? Vomitando tutta la furiosa arroganza di cui siamo capaci mentre stiamo in culo alle altre macchine, guidando come stronzi ubriachi anche quando siamo lucidi, oppure suonando il clacson a chi cerca di parcheggiare pacificamente dopo aver messo le frecce, cosa che noi non facciamo mai, non per dimenticanza, ma per pura bastarda strafottenza verso il prossimo… facendo tutte queste cose ci sentiamo bene, scarichiamo le nostre tensioni e siamo pronti a tornare nelle nostre belle casettine.
Già, nelle belle casettine, dove il nostro partner ci aspetta inconsapevole del fatto che stiamo per trattarlo come una merda, comandandolo, urlandogli in faccia, mettendolo in secondo piano rispetto ad un qualsiasi videogioco demente del cazzo, scaricando su loro tutta la frustrazione violenta accumulata in ufficio, dove altri stronzi scaricano la loro merda su di noi, in un gioco infinito di mobbing piramidali che finiscono dritti dritti sulla faccia di chi ci circonda.
Ci incazziamo quando un barista ci risponde male, con quel modo di fare tipico di chi sembra pensare “sù, stronzo, ecco il tuo caffè, strozzatici”, ma poi trattiamo come spazzatura i nostri clienti o gli utenti degli uffici pubblici nei quali lavoriamo, tanto nessuno farà mai reclamo.
Scarichiamo film pirati, rubiamo frutta e verdura al supermercato, occupiamo i parcheggi per disabili, picchiamo i nostri figli, tradiamo gli amici, strizziamo l’occhio alla cameriera che ci serve il bianchino delle 17.30 mentre nostra moglie ci aspetta a casa, rubiamo decine di minuti di lavoro nascondendoci al cesso, mentiamo di continuo, critichiamo tutto senza avere la minima conoscenza di un cazzo, votiamo con noncuranza i porci che finiscono sempre per governarci e di cui siamo pronti a parlar male, guardiamo con disprezzo l’uomo seduto per terra in metropolitana, fingiamo orgasmi, diamo la parola stringendo la mano e senza mai rispettarla, illudiamo giovani pieni di iniziative e capacità promettendo loro progetti che sappiamo già di non realizzare, cerchiamo favori tramite amici e parenti, facciamo favori ad amici e parenti, lasciamo che tutto il fango ci scorra sopra senza muoverci.
Anzi, prendiamo manciate di quel fango e lo impastiamo con cura sul nostro viso e sul nostro corpo, così che nessuno possa riconoscerci o sentire il nostro vero odore.

martedì 21 febbraio 2012

(ANSA) "Fioraio evasore 'occulta' ricavi per 520 mila euro".
Lo sapevo, ho sempre odiato quei bastardi che si mettono davanti agli ospedali e guadagnano sulle disgrazie della gente!

lunedì 20 febbraio 2012

(ANSA) Gianni Morandi non si ricandida. "E' già stata un eccesso la seconda conduzione: è ora di voltare pagina".
Angela Majoli, l'autrice dell'articolo che sto citando, aggiunge anche che "..è già scattato il classico totoconduttore: si va da Fabio Fazio a Maria De Filippi a Fiorello.".

Data la loro credibilità, credo che tutta questa gente sia pronta per andare al Governo.
Dolores O'Riordan ha cantato al Festival di Sanremo, con il gruppo dei Cranberries finalmente rinato.

Aveva da scegliere una rosa infinita di brani e, guardandosi intorno una volta entrata all'Ariston, ha deciso di eseguire "Zombie".
Il pubblico dell'Ariston non ha dormito tutta la notte nel dubbio lacerante che ci fosse qualche messaggio subliminale.

giovedì 16 febbraio 2012

Festival di Sanremo 2012

Ieri sera Belèn (attrice? ballerina? donna delle pulizie?) ha mostrato al pubblico una farfalla tatuata sul suo inguine accuratamente depilato.

Il pubblico femminile è in trepidante attesa di vedere lo scoiattolo tatuato sul culo di Morandi.

mercoledì 15 febbraio 2012

Una giornalista di Radio24 chiede a Giovanardi come reagirebbe se vedesse due ragazze che si baciano alla stazione; lui ha risposto così: "..A lei che effetto fa se uno fa pipì? Se lo fa in bagno va bene, ma se uno fa la pipì per strada davanti a lei, può darle fastidio..".
Sui rapporti omosessuali spiega anche che "..Ci sono anche faccende delicate... ci sono infatti problemi di batteri..che richiedono una grande attenzione nel momento in cui si fanno certe pratiche".

Poi, la stessa giornalista ha intervistato anche me..
- Lei come reagirebbe se vedesse Giovanardi per strada mentre parla? -
- a lei che effetto farebbe se uno cagasse sulla panchina del parco? E poi, a parte lo schifo iniziale e i conati di vomito, c'è anche un problema di virus. Pensi al disastro irrimediabile se la deficienza di quell'uomo si contraesse semplicemente andando a giocare in un parco. -

mercoledì 8 febbraio 2012

Se io fossi Mario Monti, introdurrei un nuovo obbligo di leva di dodici mesi, così suddivisi:
- sei mesi di corso d'italiano scritto e orale;
- sei mesi di scuola guida, dei quali cinque solo per imparare a fare le rotonde, ed uno per imparare ad usare le frecce.
- ..quindi, per aver chiesto ad un collega di lavoro a che ora si può andare in pausa pranzo e, soprattutto, per aver chiesto al datore di lavoro di regolarizzare il proprio contratto di lavoro, lo stato condanna l'imputato alla pena capitale per fucilazione.. pena commutabile in un dibattito politico in tv contro Laura Ravetto. -
- e va' bene (sospiro): fucilatemi. -

martedì 7 febbraio 2012

- anche tu sostieni il Governo Monti? -
- non ce n'è bisogno, restano a galla da soli.
Il Ministro dell'Interno Anna Maria Cancellieri dice che "..Noi italiani siamo fermi al posto fisso nella stessa città di fianco a mamma e papà. Il mondo sta cambiando".

Qua c'è bisogno di due possibili battute:
1) Ha ragione, tutti vorremmo un posto fisso.
2) Ha ragione, il mondo sta cambiando; per fortuna, però, siamo ancorati alla tradizione di sparare minchiate appena si diventa Ministro.

p.s.: lo ammetto, i membri del governo Monti sono troppo dementi, giuro che mi stanno togliendo il gusto di fare satira.

lunedì 6 febbraio 2012

L'Italia è quel paese nel quale un bancomat ti ruba 30 euro, e per riaverli devi trasformarti in Massimo Decimo Meridio, entrare nella banca incriminata, avvicinarti ad una cassa mentre la gente in fila ti grida "ISPANICO! ISPANICO!" e, dopo aver guardato negli occhi tutti quelli che sono lì per il tuo stesso problema, dire "al mio segnale, scatenate l'inferno!".

venerdì 3 febbraio 2012

- Vediamo se indovini di chi sto parlando: si veste di bianco, ha sempre una parola di conforto per i disperati, la gente è disposta a fare centinaia di chilometri per vederlo e se credi fermamente in lui potrebbe addirittura guarire i tuoi malanni... chi è? -
- La so, la so... Il medico? -
Giorgio Napolitano ha ricevuto la laurea honoris causa in Relazioni Internazionali.

Come prima cosa farà cambiare il badge del Quirinale; la nuova dicitura sarà "Giorgio Dottor Presidente della Repubblica Napolitano".

Lo immagino mentre si fa scattare la nuova fototessera con il cappello da laureato, ma soprattutto mentre pensa "..si può sapere che cazzarola fa uno con la laurea in Relazioni Internazionali?"

giovedì 2 febbraio 2012

Due Ministri del governo Monti sono ex banchieri.
Guarda caso, la norma sulla tracciabilità del denaro obbliga, di fatto, tutti gli italiani ad aprire un conto corrente.
Quando hanno chiesto a Bersani come facesse a sostenere un conflitto di interessi così macroscopico, la sua risposta è stata "ma sì lassiateli z'care, son ragassi".
Vedere, alle sette e mezza del mattino, un tizio alla guida della sua mercedes da 80.000 euro che non riesce a salire la rampa del box da 30.000 euro per colpa della neve, mi mette di buon umore.

mercoledì 1 febbraio 2012

VIOLAZIONE DELLA MIA PRIVACY

ATTENZIONE!!!!!!!

GRAZIE A LUCA, UN RAGAZZO CHE LEGGE QUESTO BLOG, HO SCOPERTO CHE SUL SITO WWW.CHATTA.IT , AL QUALE NON MI SONO MAI ISCRITTO, QUALCUNO STA USANDO LA MIA FOTO DA VAMPIRO CHE VOI LETTORI AFFEZIONATI CONOSCETE BENE ( per intenderci, quella del post intitolato "A grandissima richiesta (oooohhhhooohhh) (e di chi?) ecco  il vampiruzzo Rò" ).

VI SCRIVO IL LINK DEL PROFILO IN QUESTIONE SOLO PER DENUNCIARE BENE IL FATTO E PERCHE' VOI STESSI VEDIATE LA COSA, MA VI CHIEDO SCUSA PER L'INEVITABILE PUBBLICITA' A QUEL SITO, DAL QUALE MI DISISCRIVERò DOPO AVER RISOLTO IL PROBLEMA..
IL PROFILO INCRIMINATO SI TROVA ALL’INDIRIZZO: http://www.chatta.it/community/aro.volturi/default.aspx

SE, PER CASO, SIETE GIA’ ISCRITTI A QUEL SITO, VI PREGO DI SEGNALARE LA VIOLAZIONE ALLA MAIL: staff@chatta.it