domenica 30 agosto 2009

Di veleno e d'amore

-
Lui era diventato un cinico.
Anche lei lo era diventata.

-
Lui le disse:
No, non restare qui a dormire, per favore. Tutte le donne che sono rimaste qui a dormire.. durante la notte si sono trasformate in perfette rompipalle e l’indomani mattina, appena sveglie, la prima cosa che hanno fatto è stata cambiare il posto del dentifricio.”.
-
Lei, uscendo, gli rispose: “
Va bene, buonanotte.”.
Andò in quel sexy shop all’angolo che rimane aperto sempre fino a tardi, entrò, prese un film, poi inviò un messaggio sul telefonino di lui: “
Ti sto comprando un film porno. La prossima volta che senti un irrefrenabile bisogno di svuotarti le palle, almeno, eviti di farmi venire fino a casa tua
”.
-
Erano fatti l’uno per l’altra.
-

sabato 29 agosto 2009

giovedì 27 agosto 2009

Salutare chi?

-
Ciao Dj pazzi,
ciao franceschino,
ciao casello "cesenatico",
ciao briosche,
ciao aura epilettica,
ciao Popoli's girl,
ciao uomo che ho picchiato,
ciao donna che ha pianto,
ciao poesie scritte sugli scontrini,
ciao treno vuoto,
ciao Roma Termini, mi manchi,
ciao "li ho finiti, dai facciamolo lo stesso, sto attento",
ciao maestra Giuseppina Rampini,
ciao "Il nome della rosa",
ciao Fox, mio piccolo fofino,
ciao 18 anni,
ciao prima scassatissima macchina,
ciao lavori umilianti,
ciao risate sconvolgenti in campeggio con lei ,
ciao padre e madre e fratelli,
anzi per voi addio,
ciao bloggers,
ciao Birreria 1 e chattate notturne e proibite,
ciao spinello,
ciao piscina vuota tutta per me,
ciao mare, mare, e dolce mare,
ciao Sicilia,
ciao mia terra a San Colombano, non più mia,
ciao amica matta,
ciao Gianfranco, hai visto? Hai smesso di fumare..
ciao signor G., hai visto? Hai smesso di urlare..
Ciao collega insensibile,
ciao ex collega troppo forte,
ciao pulire il cesso degli altri,
ciao casa dolce casa vuota e sporca,
ciao crèpes alla nutella.
.
E non so più chi salutare.
.
Ah, ciao Roberto allo specchio, hai visto? Quell'autoritratto di anni fa è diventato reale.
-

mercoledì 26 agosto 2009

-
-
-
Buonanotte bimbi sperduti,
-
buonanotte isola che non c'è...
-
-
-

lunedì 24 agosto 2009

RadioRò di notte 3

-

Pensieri nella nebbia, notte che ti culla.. vedere il mondo dal proprio balcone.
Notte per gli amanti, notte blues.
Notte di canti Malesiani, di pensieri associativi.
Questa notte raccontata da Nicole e da me assume contorni sfumati, com’è giusto che sia…
Spegnete la luce, i vostri telefoni, staccate ogni collegamento con questo mondo caotico e..
..buon ascolto..
p.s.: chi non vede il player, può ascoltare la puntata cliccando QUI, o sul titolo di questo post.

-

-

giovedì 20 agosto 2009

RadioRò p.5 "Born to be wild"

-
Ragazzi mi sono scatenato.
C'è di tutto in questa puntata: kubrik, the Blues Brothers, il telegattone, l'angolo di Rò, Easy Ryder, Pulp Fiction.. puntata molto cinematografica da non perdere per gli amanti del genere! (quale genere? ... booohhh...)

-
Elly c'è la risposta alla tua lettera.

Nicole c'è un messaggio per te.
.
Buon ascolto!
-
Chi non legge il player qui sotto, clicchi sul titolo di questo post o sull'immagine della nostra mascotte, oppure QUI.
-
-

Sociologia spicciola e due parole su radioRò

-
Esperimento di sociologia.
Fate questa cosa e valutatene i risultati, è interessante.
Dunque, prima di tutto dovete restare senza soldi sul cellulare e non dovete aver soldi per ricaricarlo (se li avete, non caricatelo comunque).
Poi, fatevi inibire l’uso di internet sul lavoro, oppure semplicemente non mandate più mails a nessuno.
Aspettate un paio di settimane, anche tre.
Alla fine del periodo prendete nota del numero di persone che vi hanno cercato con un sms, con una mail o con una telefonata.
La vostra reazione al risultato sarà direttamente proporzionale alle aspettative che avete nei confronti di ‘sto mondo e della gentaglia che ci vive sopra.
-
P.s.: a breve nuove puntate di RadioRò, RadioRò di notte e… fra non molto, faremo un puntatone di un’ora da pubblicare poi su Radio Pazza, e questo puntatone sarà un appuntamento più o meno mensile…
Quindi tenete duro che stiamo arrivando!!!
-

martedì 18 agosto 2009

-
-
-
-
sono una pentola a pressione.
.
.
.
.

Un felino


Ti ucciderei,
con un balzo, uno soltanto,
ti raggiungerei e saresti carne morta.
Un pessimo pasto,
scommetto che sei indigesto.
Il mio ruggito ti inorridirebbe,
la paura ti farebbe rizzare tutti i peli ed i capelli,
la tua bocca perderebbe saliva,
non riusciresti più a buttar fuori aria e,
preso dal panico, continueresti ad inspirare
ed inspirare.. ed inspirare..
Cercheresti intorno una via di fuga,
ma con quella sottile linea di rassegnazione
perché sai che non c’è fuga
quando hai davanti una tigre incazzata e decisamente affamata.

Oh sì, smetteresti improvvisamente di stuzzicarmi
con quei ramoscelli.
Un morso, ed uno strappo violento,
ed il tuo braccio cadrebbe a brandelli.

Ti ucciderei,
con una zampata, una soltanto,
aprirei le tue carni.

Tu continua a tormentarmi,
beffardo destino mio,
continua senza sosta,
prenditi gioco di me, umiliami, feriscimi,
toglimi anche il cibo,
vai avanti così, se vedermi in questo stato ti diverte..


..ma..

Prega, che la gabbia rimanga sempre ben chiusa.

-

sabato 15 agosto 2009

ore 0.55

-
Buonanotte mondo.
-
Il mondo intero respira con un polmone solo, sospira in un unico sbuffo, versa un'unica lacrima oceanica, sorride in un'unica alba.
-
Io sono il mondo.
Il mondo è in me.
Ed io sento le gioie di tutti ed il dolore di tutti, nel breve tempo d'un unico, lungo respiro.
Chiudo gli occhi, ed un sorriso sornione allieta il mio volto.
-
Buonanotte, dunque.
-

venerdì 14 agosto 2009

Il baro

-
Essere, vivere, respirare.
Recitare.
Ridere, ridere, riderci sopra, ridere fino al pianto.
Piangere, piangere, piangerci sopra, piangere fino al sospiro
e poi,
mangio un panino.
Essere, vivere, respirare.
..
Uhhmm...
Vediamo un po' che si può fare ancora.
Vivere?
Respirare?
Essere?
Piangere, mangiare, ridere.
..
Uhhmm...
Quanta poca fantasia che hanno avuto i nostri creatori.
Qua ci vuole un po' di inventiva,
sennò mi annoierò a morte.
..
Uhhmm...
Ci penso io, và.
Avete sentito lassù?
Ho detto "ci penso io", che voi siete proprio privi di fantasia.
-
Ci penso io a vivere a modo io.
Le carte che ho avuto sono scarse,
ma non preoccupatevi:
sono un baro.

martedì 11 agosto 2009

RadioRò di notte 2°

-
Ecco un'altra puntata sottovoce, miei piccoli squinternati.
Il caldo la fa da padrone, e la mente vaga senza ostacoli su ricordi, LiberiPensieri e musica che accarezza le orecchie.
.
Prossimamente RadioRò di notte sarà arricchita dalla voce e dai pensieri notturni di Nicole.
.
Vi ricordo che potete scrivere a RadioRò, alla e-mail:
liberopensieroberto@libero.it.
.
Buon ascolto!
(se non vedete il player,
CLICCATE QUI)
-

Maledette ferie di merda

-
Mi alzo tardi.
Sono in ferie, del resto, anche se per il momento sto ancora a casa mia.
Vado a fare colazione al bar, lo faccio con una calma da yoga.
-
Prendo un caffè.
-
Bestione ubriaco mi urla in faccia, per banali questioni politiche, e fra l'altro non risponde nemmeno alla cosa che avevo detto io.
-
Gli dico "hey, sono in ferie, mi sono alzato mezz'ora fa, lasciami stare".
-
Il bestione urla più forte.
Lo guardo, serio, mi tolgo gli occhiali, mi giro verso di lui (ero appoggiato al bancone sui gomiti), gli ripeto "ora chiudi qui, t'ho detto che sono in ferie".
-
Lui coglie l'atto di sfida.
Mi dice "sì sì, ma sta calmino".
Vorrei strapparti la testa a morsi, altro che calmino.
-
Lo fisso - appena si muove lo atterro -.
Lui percepisce le vibrazioni e, guarda 'mpò, se ne va a parlare da un'altra parte.
-
Sono in ferie, cazzo!

domenica 9 agosto 2009

RadioRò, puntata 2 (o 3? o 4?): ecco a voi Nicole !

-
Questa puntata di RadioRò è girata in esterno, davanti al Castello Sforzesco a Milano..
Potrete finalmente conoscere Nicole, che aprirà con una sua interessantissima (oohhh) rubrica.
.
Buon ascolto!
-
(chi non legge il player, può cliccare QUI)


sabato 8 agosto 2009

RadioRò: puntata 1 e 1/2...

-
Un po' di sana satira non fa mai male a nessuno...
-
p.s.: per chi non vede il player... per ascoltare la puntata
cliccate QUI
-


.

venerdì 7 agosto 2009

RadioRò di notte...

-
Questa è una puntata speciale di RadioRò, molto diversa da ciò che vi aspettate...
è una puntata sussurrata e totalmente inventata al momento.

-
Un fuori programma insomma... che dedico sottovoce al popolo della notte..


(se non vedete il player qui sotto, cliccate sul titolo del post oppure QUI )

-



giovedì 6 agosto 2009

Mobbing

-
Oggi la mia capa, urlandomi in faccia mentre sottolineo alcuni suoi errori, e giustifico con argomentazioni serie i miei, ha scelto di dire quella precisa cosina che mi avrebbe toccato dentro, tanto per essere sicura di ferirmi nel modo migliore:
-
“ROBERTO, TU NON SAI COMUNICARE !!!”
-
No comment.

mercoledì 5 agosto 2009

RadioRò: finalmente la prima puntata!

-
Eccoci qua, finalmente ce l'ho fatta!
Dopo solo 10 ore di tentativi, ecco qua la prima puntata vera di RarioRò...
Parte del testo è già nei precedenti post, ma ci sono anche altri personaggi, e delle sorpresine suonate da me eheheh...
Beh, questa volta non scrivo altro, semplicemente: BUON ASCOLTO!
ATTENZIONE: qualcuno di voi non vede la stringa (il player) e non ne so il motivo... Quindi per ascoltare la puntata provate a cliccare QUI oppure andate su Internet Archive , andate in alto a sinistra e dove c'è scritto "Search", scrivete RadioRò..
(chi mi segue da un po', sa che con la tecnologia ho lo stesso rapporto che hanno le balene coi giapponesi)



martedì 4 agosto 2009

Radio-Rò – L’angolo di Rò

-
Buongiorno ragassuoli, è sempre il vostro Rò che vi sta parlando, anche se in raltà sto scrivendo, ma non importa, se leggete questa cosa siete abbastanza folli per immaginare che la stia sussurrando con la mia caldissima voce direttamente nei vostri cervelli…
È con piacere che posso annunciare la rubrica più amata nella galassia: signore e signori, TATTARA TTA TTA TAAAAAA: L’angolo di Rò!
Ci sono arrivate un sacco (???) di mail in redazione (si dice mail o mails... o mailes???), e ci scusiamo subito se sarà impossibile rispondere a tutti.
Ne ho estrapolato qualcuna, diamo un’occhiata…
-
Allooora… ah eccola qua:
-
Riccardo da San Donato Milanese (MI). Ciao Rò, ultimamente mi sento molto frustrato, perché ho una laurea in ingegneria meccanica, ma ho trovato un lavoro che non c’entra molto… faccio lo scrostatore di chewingum sotto i posti a sedere della metropolitana gialla.
Mi pagano poco, e faccio turni massacranti.. la gente poi è proprio cafona: appena mi vedono all’opera, si mettono a masticare un chewingum e lo attaccano sotto al loro posto, solo per vedermi mentre mi sdraio per terra e faccio il mio sporco lavoro… cosa devo fare?
Ciao Riccardo, ognuno di noi ha i suoi problemi: tu per esempio sei nato in Italia, che sappiamo tutti non essere il paese adatto per laurearsi in ingegneria meccanica. Però guarda il lato positivo: puoi guardare sotto le gonne delle donne senza essere preso per maniaco. E poi, ti è andata bene: un mio amico è architetto, ma attualmente fa il collaudatore di preservativi per elfi.
-
Elisa da Ancona. Ciao Rò, ho un problema molto serio: vedo i fantasmi... Li vedo anche di giorno, al bar o in ufficio, in autobus… loro mi guardano in silenzio, non dicono niente, ma alzano una mano come se chiedessero aiuto.. fino a oggi non l’ho detto a nessuno, ma non resisto più. Che faccio?

Cara Elisa, se fino ad oggi non l’hai detto a nessuno, ti consiglio vivamente di continuare a non dirlo.. e poi, guardali bene, Elisa: non è che li scambi per fantasmi, e invece sono lavoratori precari col contratto in scadenza?
-
Hans da Bolzano. Ciao Rò, ho una proposta di legge per i calciatori: pagarli in acqua minerale e yogurt. Che ne dici?
Caro Hans, sfondi una porta aperta.. io ho una particolarissima simpatia per i calciatori, e per loro avrei pensato ad altro: se fossi il loro presidente, li pagherei milioni di euro, ma solo se al momento del ritiro della busta paga mi leccano lo sfintere anale subito dopo un attacco di dissenteria. In alternativa: acqua minerale e yogurt.
Secondo te verrebero ancora a prendere lo stipendio?
-
Fausto da Gavorrano (GR). Buongiorno Rò, le vorrei chiedere se è possibile cambiare la vostra programmazione radio, perché siete noiosi e ripetitivi, e scegliete dei pezzi musicali di dubbio gusto. Oltretutto lei non fa ridere ed è l’imitazione mancata di Robin Williams in Good Morning Vietnam.
La ringrazio vivamente per l’attenzione, Fausto.
Fausto, ho una sconvolgente rivelazione da farti: se giri la manovella della tua radio verso destra o verso sinistra, la frequenza cambia e puoi addirittura ascoltare altre radio. Quindi, addio.
-
Beh ragassuoli, per oggi direi che di lettere folli siamo al completo.
(...io non faccio ridere.. tsè! Ma guarda tu cosa mi tocca leggere...)
Visto che noi (e quando dico noi intendo anche voi, testine disabitate) qui a RadioRò siamo dei veri duri, e nessuno può fermarci, andiamo avanti e ce ne sbattiamo della morale comune.
Noi siamo i ribelli.
Noi siamo gli emarginati.
Noi siamo quelli che non vorresti mai incontrare in metropolitana all’una di notte, quando non c’è nessun altro in giro.
Noi siamo quelli che per guardarli in fotografia.. non c’è bisogno di sviluppare il negativo.
Noi non siamo gente per bene, noi siamo PIRATI !
Alzate volume a palla ragazzi, e scaldate le corde vocali: sta arrivando il rock di capitan Uncino…

lunedì 3 agosto 2009

RadioRò - Microsoft Word è posseduto dal demonio Pazuzu

Ciao ragasusoli, è sempre Rò che vi parla, o almeno la parte funzionante del suo cervello che ci prova.
Oggi vi parlo della possesisone demoniaca che ha colpito Microsoft Word.

Ho già contattato la conferenza episcopale italiana, più che altro per chiedere come sta il santo padre dopo aver trascorso, povero, le ferie in uno chalet in Val D’Aosta (ferie di cui ho parlato sul nostro blog).
-
Fra una chiacchera e l’altra, mi son fatto passare mons. Milingo, ed ho fissato un appuntamento per esorcizzare microsoft word.
Sì, avete capito, voglio liberare quel programma dal demonio, anche se non credo negli esorcismi.
Purtroppo ho provato con altri metodi, ma senza successo… tipo mettere i miei calzini usati sulla tastiera e far scappare lo spirito occupante per la puzza, oppure rovesciare sul pc una mistura liquida di aglio e gorgonzola, ma mi si è spento accidentalmente il pc.
Ora ci sono una ventina di mosche, con una tovaglia da pic nic, che pucciano il sedano nel formaggio fuso, depositato fra il tasto “2” e il tasto “tab”.

Dicevo, microsoft word non ha alcun senso, fa cose per le quali nessun tecnico del mondo sa dare spiegazioni.
Uno pensa che il pc, in quanto stupida macchina, debba eseguire esattamente la stessa cosa tutte le volte che riceve lo stesso comando.. e invece no: microsoft word, per gli amici M.W. Pazuzu, ogni tanto cambia le carte in tavola.
Qualche esempio? Ne ho duemila, altro che “qualche”.

Crei una casella di testo, la selezioni, fai Copia, ti posizioni sul punto in cui la vuoi copiare e fai Incolla: Pazuzu te la sbatte in un punto a caso sullo schermo.
Rifai la stessa identica cosa, pensando che la casella comparirà in quel punto, invece Pazuzu ti fa lo scherzetto, e te la posiziona in un altro punto.
Così, senza motivo.

Vuoi affiancare due caselle di testo all’interno di una casella di excel ? posizioni la prima (solo dopo vari tentativi ovviamente), poi selezioni la seconda, la trascini affianco alla prima tenendo schiacciato il tasto sx del mouse…lasci il tasto e… la seconda casella si posiziona qualche pixell più su. Ritrascini la seconda casella nel punto in cui la vuoi, e appena lasci il tasto sx finalmente riesci nell’intento, ma Pazuzu questa volta ti sposta la prima casella da un’altra parte, senza che tu l’abbia selezionata!!!

E ancora..
Selezioni tutto il testo, poi elimini gli spazi fra i paragrafi dello stesso stile, perché li vuoi creare tu a piacimento ma per comodità vuoi il testo tutto unito.
Questa operazione, teoricamente, dovrebbe avvenire solo la prima volta, in quanto hai messo una cazzo di spunta su un cazzo di quadratino che ti dice “non aggiungere spazio fra i paragrafi dello stesso stile”.
Invece no.
Scrivi, parecchio, ma di tanto in tanto compaiono gli spazi fra i paragrafi. Vai a vedere quel quadratino maledetto e… la tua spunta è scomparsa.
La rimetti. Scompare di nuovo dopo un po’.
Se non è possessione demoniaca questa, allora spiegatemi cos’è.
-
Ma non è finita…
Scrivi, e ad un certo punto le lettere spariscono, e ti trovi parole incastrate fra loro, come se si stessero ingroppando. Ci vai sopra, cerchi di porre fine a quella scena deplorevole di sesso fra caratteri, e magicamente le parole tornano dov’erano. Vi giuro che non assumo psicofarmaci, accade davvero.

E che vogliamo dire sui salvataggi pirata?
Sì, quelli che compaiono dal nulla, e ti costringono a scegliere quale versione vuoi tenere.
Come fai a capire qual è il testo giusto, se magari hai cambiato poche parole su pagine e pagine? Devi rileggerti tutto?

Non parliamo delle funzionalità del righello: hai un elenco numerato, vuoi spostare di un tab i numeretti…?
No amico, non sai nemmeno in che guaio ti stai cacciando.
Ogni volta che cerchi di spostare una riga un po' a destra, l'intera fraese successiva finisce a sinistra.
La posizione dei capoversi si sfaserà totalmente, senza la minima logica, e tu schiaccerai per sbaglio il tasto “salva”, perdendo ogni speranza di riportare il tuo documento alla bella versione iniziale.

Mentre Pazuzo se la ride, generalmente io prendo l’ultima iniziativa in cui credo che possa avere successo: tengo schiacciato il pulsante di avvio in attesa che il tutto si spenga, mando affanculo il pc e vado a bermi una birra.
-
A volte, però, non va bene neanche quella cosa, perchè compare la scritta: il programma sta per terminare: vuoi proseguire o vuoi annullare?
-
NO, MALEDETTO PC, VOGLIO SOLO CHE TU MUOIA.