mercoledì 2 aprile 2014

E bomba o non bomba, arriveremo a Venezia.


(ANSA, 02 Aprile 2014)
Blitz contro secessionisti veneti: 24 arresti, altri 27 indagati.
[...] Blitz dei carabinieri del Ros contro un gruppo secessionista accusato di aver messo in atto "varie iniziative, anche violente.
[...] Tra gli episodi contestati ai secessionisti ... c'è anche quello... della "costruzione di un carro armato da utilizzare per compiere un'azione eclatante a Venezia, in piazza San Marco". Il mezzo è stato sequestrato. Era un trattore agricolo trasformato in una sorta di mezzo corazzato attrezzato con un cannoncino da 12 millimetri, ma durante le fasi di montaggio c'erano stati problemi di calibratura e di recupero dei pezzi per la sua costruzione.” 

L’immagine è a dir poco esilarante.

“oh digli al Carlo che il suo trattore ha la cinghia distrutta, come cazzo facciamo ad arrivare a San Marco?”
“Ma no mòna, la cinghia andava al posto delle ruote, non era per la trasmissione del cambio!”

“L’hai preso sù il cannone?”
“Sì, ma il fumo del Luigi non è mica di qualità, oggi sento i turchi che mi danno roba buona”

“Senti un po’, che cosa facciamo quando si arriva in piazza?”
“Ma che ne so, sparami due botti, facciamo fuori qualche piccione, che poi la Luisa ci fa la polenta”

“ma se puoi vinciamo, rifacciamo la repubblica marinara?”
“oh ma che ne so, io quella roba non l’ho mai imparata a memoria.”
“ma sei una capra! Erano Genova, Venezia, Amalfi, Pisa”
“Ma dove cazzo sta Amalfi?”
“boh, dev’essere un’isola della Grecia, quella dove ci sono su i cavalieri dello zodiaco”
“ah ho capito. Va beh dai, magari poi facciamo il gemellaggio.”

Nessun commento: