mercoledì 22 ottobre 2008

L’apocalisse secondo Rò

Ed io vidi..
...vidi direttori di banche disperati che corrono appresso ai correntisti urlando “la pregoooo riapra il conto da noiiiiii... le abbassiamo il tassoooooo.... le scriviamo un contratto in italianoooo... non le spediamo più a casa la brochure dei prestiti personali che poi non le concediamooooo..”.

Vidi scene terribili di masse inferocite ed affamate davanti al parlamento, che cercano di prendere il politico più cicciottello per farselo alla brace..
vidi politici terrorizzati dentro al parlamento che fanno l’estrazione con i bastoncini per decidere chi finisce prima il proprio turno ed esce dalle aule...

... ed io vidi, con mio grande sdegno, classi di famiglie povere farsi fare le pulizie da quelli che sono diventati oramai poverissimi, e dare al posto dello stipendio prodotti bancari derivati americani, perché tanto nessuno ha capito che cosa sono, ma l’intestazione con la bandierina americana è bella da appendere al soggiorno vicino all’ingiunzione di sfratto, fra la laurea del figlio e la denuncia dei redditi..

Ed io vidi quintali di eternit sradicati dalle strutture in disuso, per essere sbriciolati ed utilizzati per potenziare il latte in polvere – così se muoiono per tumori vari smettono di romperci le palle con la storia degli inceneritori e le nano particelle, perché ‘stavolta quelli non c’entrano!! - ..

..ed io vidi un ministro dell’economia affacciarsi al balcone e dire al popolo “State tranquilli, è tutto sotto controllo, aiuteremo noi le banche”, e subito dietro lui sentirsi dire dal proprio primo ministro “smettila di dire cazzate, che poi la mafia apre nuove banche e dichiara il fallimento solo per chiederci i soldi!”..

..ed io vidi casalinghe, medici, commercianti e studenti aprire centinaia di fight clubs in ogni dove, nei quali chi resta in piedi dopo dieci tremendi combattimenti a mani nude, ha diritto ad uno sconto sull’abbonamento mensile dell’autobus..

..vidi migliaia, anzi milioni di donne e uomini soli, che si scrivono su internet fingendo di essere qualcun altro, ed andare pienamente d’accordo in chat, mentre nella vita reale si chiudono i come ricci sulla statale Rivoltana, che sono grandissimi poeti dell’etere, ma che nella vita reale riusciranno a pronunciare solo le parole “No”, “e checcazzo” e “euribor”.

..ed io vidi speculatori immobiliari autodenunciarsi per farsi condannare ed essere costretti a dichiarare fallimento, per poi prendere incentivi sulla ristrutturazione delle imprese, e soprattutto senza rimborsare le famiglie che già hanno comprato, e che dovranno rivolgersi a nuovi speculatori immobiliari per terminare i lavori..

..ed io vidi medici chirurghi col diploma di geometra che si scambiano le operazioni da fare come le figurine “ce l’hai un intervento al fegato o similari?”, “no, l’ho passata a quel cretino del primario, che ha messo il primo pezzo del flauto di suo figlio al posto della cistifellea, e mo’ a quel paziente ogni volta che deve produrre bile gli fischia la pancia. Se vuoi ti passo un’asportazione del rene..”, “no lascia stare, l’ultima volta che ho asportato un rene mi sono distratto, e dopo aver chiuso mi sono accorto di avergli asportato solo una maniglia dell’amore...bahhh.. tutto quel grasso..che schifo...”.

Ed io vidi insegnanti, preti (di tutte le religioni) e psicologi partecipare ad un unico grande reality show, il Grande Rompipalle, in cui fanno a gara per sparare il più alto numero di assiomi e regole di vita, sfociando in massacranti guerre casalinghe per decidere da che parte sta la verità..
  • e vidi gli insegnanti del reality sostenere che “preti e psicologi sono presuntuosi perché parlano senza leggere libri, ma che hanno potenzialità, se solo si applicassero di più”..
  • ..vidi i preti rispondere “voi non potete giudicarci come uomini, perché in realtà parliamo ispirati dallo spirito santo quindi non possiamo commettere errori, e quando li commettiamo.. è perché c’è un disegno ben preciso che nemmeno noi conosciamo”..
  • ..e vidi gli psicologi stilare una relazione tecnica in cui si afferma che “preti ed insegnanti hanno un forte conflitto con i genitori, che da piccoli non li facevano parlare a tavola e quindi adesso devono sfogarsi, e comunque hanno gradi problemi sessuali perché vedono nelle aule e nei confessionali dei luoghi in cui sfogare le proprie libidini, come il sottoscala in cui si masturbavano a 12 anni”.

Ed io vidi tutto ciò.
Mi destai dal mio torpore, e con mia triste e gran sorpresa, mi accorsi d’esser già sveglio, e che le mie visioni erano già tangibile realtà.

6 commenti:

Ishtar ha detto...

Ciao sono di corsa, poi ritorno ti leggo e commento adeguatamente, da me un post su una vicenda non ancora del tutto nota...ma vera!
Ciao a presto

Luna_tica ha detto...

ottimo modo di scrivere,
scorrevole e descrittivo.
sei forte Rò.

un bacione

NERO_CATRAME ha detto...

bel riassunto della malitalia,complimenti,realista.

liberoPensieRoberto ha detto...

grazie ragassuoli. Così gonfiate il mio ego.. mi gonfio.. mi gonfio.. ecco, ora sono perfetto per la politica: un pallone gonfiato!

Ishtar ha detto...

Se non ci fossero grandi probabilità che possa diventare reale mi ci farei una risata, ciao

Star ha detto...

Rò, + o - siamo tutti lì, che annaspiamo in un mare di debiti, che al supermercato cerchiamo prodotti che come prima cifra abbiano lo 0! Io vivo solo xè qualcuno ha deciso di darmi la vita! E adesso ke questa decisione l'ho presa anch'io cerco di nn affogare nella melma quotidiana. Passerà anche questa!