lunedì 23 maggio 2011

La follia delle religioni.

Il mio dolce pianeta, 
con i suoi fiumi, le sue montagne, i fiori e l'incredibile tenerezza dei cuccioli di gatto, 
con i suoi tramonti sul mare e le albe dietro alla collina, 
col profumo di miele e l'amore fra gli esseri viventi.. 
tutto questo salterà in aria grazie all'esplosione atomica dell'odio religioso, 
perchè le religioni sono state, sono e saranno la causa della rovina di tutto.
Religioni che istupidiscono gli esseri umani, fino a convincerli dell'esistenza di esseri magici e miracolosi, che hanno il potere di distinguere chi merita la salvezza da chi merita solo le pene dell'inferno.
Queste credenze ci distruggeranno, ed io voglio rendere pubblico il mio disprezzo per ogni sorta di sacerdote.
Lo rendo pubblico perchè non voglio essere complice di questa follia chiamata religione.

4 commenti:

magneTICo ha detto...

Io credo invece che siano destinate a spegnersi, come tutte le altre superstizioni... o almeno lo spero!

liberoPensieRoberto ha detto...

magneTICo, temo tu sia moooolto ottimista..
certo, alcune religioni stanno perdendo popolarità, ma dalla loro resta sempre l'appoggio del potere politico ed economico.

Chissà, forse un giorno l'uomo capirà quant'è bella la vita senza il fantasma delle religioni.

Luz ha detto...

non so, ma non è la religione, è la mancanza di tolleranza alla religione dell'altra, il pianeta seguirà, sono gli uomini quelli che stiamo in pericolo, io credo in Dio e Dio e la mia gioia, ma alcuni non tollera mi credo, ciao

liberoPensieRoberto ha detto...

Ciao Luz,
la tua personale fede è assolutamente importante, ognuno di noi crede a quello che vuole.

Il problema è che i testi sacri della grandi religioni monoteiste distinguono gli uomini in base a fedeli ed infedeli; gli uomini prendono alla lettera questi testi, di conseguenza si odiano.

Se un testo sacro dicesse solo "dovete amare il vostro prossimo", tutto sarebbe migliore.