sabato 5 luglio 2008

CARI TERRIBILISSIMI TRUFFATORI

Sono il tuo commercialista
mi sembri perplesso
mi sembri un po’ impaurito,
smarrito, indeciso, frustrato
con l’ansia delle tasse
convinto sempre che qualcuno
t’abbia fottuto.
Non ti ci vedo nella giungla
delle dichiarazioni
io sì, quello è il mio
mondo,
un mondo senza illusioni
fatto d’algebra e di leggi
complicate,
di codici misteriosi,
di frasi falsate
un mondo fatto per
quelli come me,
ed è per questo che non hai scelte,
ed è per questo che penserò io per te.
Stai tranquillo,
stai sereno,
non devi aver paura
non ti devi agitare
fidati di me
vedrai che
farò per te
tutto quello
che si deve fare.

Si accomodi, si rilassi,
benvenuto nel mio studio,
intravedo dal suo sguardo
ch’è malato di qualcosa.
… - Vero? -
Ma possiamo intervenire
perché siamo ancora
in tempo.
Le darò questa pastiglia
che fa effetto in un lampo,
e quest’altra che un pochino le assomiglia
ma le curerà tutt’altro.
Una bustina per tre
giorni, un’altra per dieci.
Prenda questo per l’insonnia,
e quest’altro per la
tosse.
E se proprio non resiste
per quel dolore
ci sarebbe una puntura..
..posso darti del “tu”?
facciamo venti e non ne parliamo più!
Stai tranquillo,
stai sereno,
non devi aver paura
non ti devi agitare
fidati di me
vedrai che
farò per te
tutto quello
che si deve fare.

Dimmi figliolo, siediti accanto
a me e apri il tuo cuore.
Parlami di tutto,
senza paura, e senza pudore.
Ricorda che quando parli a me
è come se dicessi le cose
direttamente a Dio.
E’ un po’ che non ti vedo,
perché non vieni più?
E’ forse svanito il tuo bisogno
di essere figlio del Signore?
Parlami di tua moglie,
dei suoi umori,
delle sue voglie,
spiegami come vivete
la vostra intimità,
spiegami bene tutto,
dammi l’opportunità
di aiutarti, di venirti incontro.
E perché non vedo più
la tua bambina all’oratorio?,
quella bella bimba
allegra, spensierata
con la gonna, le treccine, una scarpa
sempre slacciata.
Che problema hai? Dimmi,
perché sei così triste?
Stai tranquillo,
stai sereno,
non devi aver paura
non ti devi agitare
fidati di me
vedrai che
farò per te
tutto quello
che si deve fare.

La soddisfazione del cliente
è il motore della nostra azienda,
è col sorriso che ti accolgo,
con una firma che ti aiuto.
Un prestito da noi
è come fare una
passeggiata serena
quindi non ne val
la pena stare a
preoccuparsi.
Ti gestiamo il conto,
facciamo tutto noi,
un assegno per la casa,
un assegno per la macchina,
uno per la moglie
ed uno per la tua vita.
Vuoi anche la carta
speciale col fondo
rinnovato
col tasso sempre uguale?
Firma qui.
Firma questa, poi questa
e quest’altra.
Una bella firmettina
pure qui e..
ma perché sei serio?
Cosa c’è che ti turba?
Stai tranquillo,
stai sereno,
non devi aver paura
non ti devi agitare
fidati di me
vedrai che
farò per te
tutto quello
che si deve fare.

La prima cosa che faremo
sarà aiutarti nei tuoi problemi
quotidiani.
Non posso accettare che
esistano persone che non arrivano
alla terza settimana!
Perché il costo della vita è troppo alto,
perché la qualità del lavoro
è scadente,
ed è indecente
che si vada in pensione
dopo più di 35 anni.
Investirò sull’energia, sulla ricerca
sulla sanità e le infrastrutture,
inserirò la scala mobile.
Ed è calcolabile
il mio intervento:
Un punto del PIL
col tasso azzerato
e l’aliquota dell’imposta
annuale abbattuta del 50%.
Più sicurezza per le strade,
più certezza di un lavoro,
ti garantisco un futuro
sereno, garantisco per
cinque anni, non di meno.
Ma perché tentenni,
spiega perché non vuoi votarmi..
Stai tranquillo,
stai sereno,
non devi aver paura
non ti devi agitare
fidati di me
vedrai che
farò per te
tutto quello
che si deve fare.

Sapete che vi dico?
Prendete i vostri studi commerciali, le vostre terapie, i confessionali e le banche, e soprattutto le vostre promesse elettorali e andate tutti affanculo!

D’Izzia Roberto (23/04/2008, ore 00.00)

Nessun commento: