giovedì 3 settembre 2009

non posso crederci, è una burla. No no non posso crederci. Ma sì è uno scherzo telefonico.

Finalmente...
signore e signori...
ladies and gentleman...
madame e messieur...
Mi è arrivata una proposta di lavoro.
ALEEEEE AOOOOO
ALEEEEE AOOOOO
.
In banca.
...
EH???
..
Sì, ho detto in banca. Una proposta di lavoro come personale allo sportello di una banca.
.
Ora, secondo voi, con tutto quello che so e che scrivo sulle banche da sempre, dovrei alzare la cornetta e richiamare il tipo che m'ha lasciato l'allegra novella in segreteria per dirgli che accetto?
.
Vedete, questo è il genere di compromesso che la vita ti chiede: mettere da parte la propria dignità, i propri principi, in cambio di pagnotta calda e sicura tutti i mesi.
.
Però, che volete farci, ho un caratteraccio, NON RIESCO A SCENDERE A COMPROMESSI CON LA MIA DIGNITA'.
Lo richiamerò, magari spiegandogli che non posso lavorare per un'associazione a delinquere, che fa parte di un sistema economico malato basato sul debito e sul signoraggio, e che mi sta rovinando la vita, come ad altre milioni di persone.
...
Ma non sprecherò nemmeno i soldi per la telefonata.

13 commenti:

la signora in rosso ha detto...

mio figlio lavora in banca, e fa politica- è iscritto al sindacato... anche lui non voleva accettare quel lavoro... ma sai, uno stipendio niente male ti permette fare progetti e occupare il tuo tempo libero a fare le cose che ti interessano... tu, se accetti il lavoro sei solo un impiegato... non sei il padrone della banca.

Rita ha detto...

Non è facile dare consigli in questi casi,mi sento di dirti: valuta bene Rò,cercare almeno di capire cosa ti viene richiesto di fare,non merita pensi,saperlo ed approfondirlo?

liberoPensieRoberto ha detto...

Ragazze, se lavorassi in banca, con tutto quello che mi fa passare Unicredit e con tutti i video e gli articoli che ho fatto contro le banche... non riuscirei nemmeno a guardarmi allo specchio.

Radio Pazza ha detto...

ma tu accetta che poi organizziamo il colpaccio ;-)

Bak

Paola ha detto...

Ro, pensaci bene... se non puoi combatterli, unisciti a loro!!!:))
Ciao!!

Nicole ha detto...

Per il colpaccio mi unisco a bak, io faccio da esca ahahah

se tu avessi figli da mantenere, forse un morsicino alla tua coscienza lo daresti. Ma dal momento che è tutta tua la vita, devi contare su tè stesso. se ti impedisse di guardarti allo specchio con stima questo lavoro, rifiuta. ne arriveranno altri. hai fatto venti e fai ventuno!
ah no, non era così.... :(

Elly ha detto...

Il male si combatte dall'interno!

Maraptica ha detto...

Io accetterei, ancor di più perchè provi tanto odio per questo settore. Le guerre migliori Rò.... si combattono sul campo! ;)

Kat ha detto...

Dove lavoro non è per niente un posto "sano",
mi faccio sangue marcio tutti i giorni...

purtroppo nella vita spesso scendere a compromessi è necessario, il lavoro E' LAVORO.

rifletti sul fatto che saresti solo un dipendente, solo una persona che lavora per vivere.

e pensa a quante cose potresti scoprire dall' interno, a quanti consigli potresti dare.....

riflettici bene, un impiego al giorno d' oggi è una manna...

e poi alla prima buona occasione fai fagotto!!

alice ha detto...

se ti hanno creato tanti problemi... adesso ti sfameranno loro!

liberoPensieRoberto ha detto...

Ragazzi, non riesco a capirvi questa volta.
Ma come sperate che si possa "lottare" dall'interno eh?
Cosa vi aspettate, che mi faccia assumere e poi dica ai clienti "salve, siamo dei delinquenti e lei vive di merda perchè deve pagare il signoraggio alle banche" ?

Oppure uno viene da me per aprire il conto e io gli dico "Buongiorno, io le apro il conto, ma stia attento che siamo ladri e finiremo col toglierle la casa" ?????

Pensavo di essere io idealista, ma voi mi battete :)

Una volta che mi assumono non farò altro che aperture di conti, versamenti e prelievi e robe così.
Tutto in favore alla banca e a discapito dei cittadini.

Mah.

liberoPensieRoberto ha detto...

Ragazzi, non riesco a capirvi questa volta.
Ma come sperate che si possa "lottare" dall'interno eh?
Cosa vi aspettate, che mi faccia assumere e poi dica ai clienti "salve, siamo dei delinquenti e lei vive di merda perchè deve pagare il signoraggio alle banche" ?

Oppure uno viene da me per aprire il conto e io gli dico "Buongiorno, io le apro il conto, ma stia attento che siamo ladri e finiremo col toglierle la casa" ?????

Pensavo di essere io idealista, ma voi mi battete :)

Una volta che mi assumono non farò altro che aperture di conti, versamenti e prelievi e robe così.
Tutto in favore alla banca e a discapito dei cittadini.

Mah.

Rita ha detto...

Mi vorrei correggere e chiederti anche le mie scuse per una troppo affrettata analisi di questa tua situazione contingente lavorativa.
Voglio dirti Roberto,che è giusto che tu faccia ciò che il tuo istinto e la tua integrità di persona ti dicono e suggeriscono sia meglio e più giusto per te;
è un modo per rispettare la tua persona ,il tuo modo di essere; è rispettarti,hai ragione tu...
Entreresti in conflitto con te stesso e con i tuoi principi e valori,se accetteresti il/un lavoro che ne disapprovi i meccanismi impliciti interni ad esso...è giusto rispettarsi,sì,hai proprio ragione tu.
Ti faccio ancora le mie scuse Ro'.