lunedì 17 gennaio 2011

Legami di sangue

-
Un padre, una madre, due fratelli, gli zii, i nonni, i cugini, una nipotina.
Ho perso tutto questo, e non so neanche com’è successo.
Sì, sono forte.
Sì, ho gli amici; pochi, ma buoni.
In serate come questa, però, è difficile accettare di avere una famiglia in pezzi. Guardo chi mi circonda, e invidio in modo vergognoso le famiglie unite.
Essere soli in momenti così difficili vuol dire.. è come…
Che stupido.
Esser soli vuol dire semplicemente essere soli.
-

Nessun commento: