martedì 23 novembre 2010

Nebulose cosmiche.

-

E il tempo passa.
Mentre i contorni della mia vita si fanno sfocati, come quelli d’una nebulosa cosmica, grandi interrogativi si alternano a slanci d’umore e di passione, in una feroce altalena emozionale.
Sussulto al solo veder la sua foto, lascio cadere qualche goccia di rugiada, poi cambio pagina.
Cerco contatti umani dentro al centro commerciale, giusto il tempo di bere un semplice caffè, con l’ultimo euro che ho in tasca, e per questo mi accorgo che qualcosa và per il verso sbagliato.
È come se davanti al fiume che sono, trovassi una diga a sbarrare il mio salto verso il mare, e dietro gonfia il bacino d’acqua, e gonfia, e gonfia.
Non so che cosa scrivere, poche volte nella vita è stato così difficile tradurre in parole questi dieci mila pensieri.
Mi sono svegliato poco fa, intorno all’una, perché m’ero addormentato guardando splendidi documentari sull’universo. Mi fanno sognare, mi lasciano stupefatto ed ho sempre più voglia di veder coi miei occhi tutte quelle galassie fatte stelle, pianeti, buchi neri.
Tutto così grande.
E noi, così piccoli.
Un’amica mi dice di smettere di pensare a cose così grandi, ma di concentrarmi più sulla vita terrena.
Allora ritorno con la mente qua giù, e mi soffermo sulla mia vita attuale.
Ho capito, torno alle mie fantasie sull’universo.
-

3 commenti:

paranhouse-hurt mao ha detto...

già.. meglio guardare le Stelle, che dentro le Stalle...

ciao Roberto.

Spes ha detto...

Mah...meglio i pianeti mi sa! Magari mi accuseranno di essere malata di Utopite e Universite, ma è sempre meglio di essere affetti da Realismo esasperato e Cinismo cronico.
Sono questi due elementi che trovo sempre più spesso nelle persone. Elementi che spengono il sorriso per davvero.
Quando intorno ci sono solo (o quasi) macerie, come si fa a concentrarsi solo sulla propria "piccola" vita?
Cosa risponderebbe la tua amica?

Ultimamente anche io riesco a scrivere poco e questo non è bel segno...

liberoPensieRoberto ha detto...

mao
anche dentro la stalla si può alzare lo sguardo verso le stelle :)

spes
il connubio perfetto è cinismo misto ai sogni. Cinismo vuol dir anche amore per se' stessi e visione realistica del mondo.. ma tutto ciò è inutile se si perde la capacità di sognare e di stupirsi :)
(salvato capra e cavoli)