giovedì 4 settembre 2008

EPITAFFI AD PERSONAM ATTO II (per gli amici, amanti, conoscenti.. e chiunque mi passi per la testa) (questo post sembra più serio del precedente…)

Per Valerio (amico che fu)
Quando dicevo che per me sei come un fratello, non pensavo mi prendessi alla lettera e cominciassi a comportarti come uno dei MIEI fratelli !

Per Lorenzo (amico)
Avevamo poche cose in comune ma, evidentemente, erano le più importanti.

Per Mary (amore/pena/maledettoilgiornochel’hoincontrata)
È vero, ti ho detto troppe poche volte “ti amo”, ma ti è andata bene: avrei potuto fare come Vasco, e nei momenti più intimi dirti: “prendimi l’asciugamano, quello bianco lì sul divano!”

Per Mary II
Dai non piangere. Sono come un guerriero delle highlands: non posso passare all’altro mondo con le lacrime di una donna.

Per Mary III

PERCHE' NON PIANGI????????



Per Ciro (amico)
A volte ti stimavo moltissimo, a volte non ti sopportavo. No, pensandoci, questa dovevo dedicarla al mio pene.

Per Veronica (prime emozioni “da adulti”, io 18 anni, lei 15, al mare)
Mi insegnasti molto sull’amore, e sulle donne, in solo due settimane. Per esempio che i succhiotti di 4 ore al seno l’indomani si trasformano in lividi viola pazzeschi.

Per Azzurra (amica)
Ho sempre creduto nell’impossibilità dell’amicizia fra uomo e donna, eppure fra me e te era nato un sentimento sincero e al di sopra.. Azzurra.. Azzuraaa.. AZZURRAAAAA.. Niente, fa sempre così, tu le parli e lei se ne va da un’altra parte.

Per J. (blogger and dreamer girl )
Lo so, non dovevo dipartire prima di mettere in cantiere quel progetto del programma radio, ma le cose sono andate così. È stato bello parlarti. Cioè scriverti. Tu piuttosto promettimi di continuare a scrivere poesie che sei bravissima! (ecco, magari se eviti di parlare di mostri e incubi e vene tagliate è meglio..)

Per Lauce (amica, collega dell’associazione)
Ora l’associazione è nelle tue mani. Se provi a fare anche un solo discorso in mio onore o a cambiare il nome dell’associazione, ritorno e faccio su un casino capito? Ah, ti perdonai quella telefonata, ma mi rimase sempre l’amaro in bocca! (inutile dire di cosa parlo, che qua leggono milioni di curiosi).

Elisa (amica, solo dietro autorizzazione del suo nuovo ragazzo però).
Quante risate? Quante follie? Quanti discorsi seri e quanti progetti per l’associazione?
CONTENTA DI AVER MANDATO TUTTO A PUTTANE?

Per tutti i miei datori di lavoro
Avevate un gioiello fra le mani e lo avete scambiato per un oggetto senza valore.
Coglioni!

Per tutti i miei vicini di casa.
Ma un po’ di cazzi vostri?

Per tutti i carabinieri
Perché fermavate sempre me, che con la seicento andavo piano come una lumachina? Qual è la logica?

Per i miei ventilatori
Perché vi siete rotti tutti e poi facevate un casino tremendo e d’estate io non dormivo mai?

Per tutte le donne da una notte e via
Perché solo una notte?

Per i miei colleghi ed ex colleghi
Guardate che un malato di epilessia non morde, non si alza con la luna piena e non sbava addosso alla gente, quindi potevate ogni tanto anche scambiare due parole, che so: ciao come va? ah già, sono tre parole, troppo impegnativo.

Per la mia insegnante di matematica delle superiori
Mi pento di aver organizzato quello che ho organizzato contro di lei alla fine della scuola, però se lo meritava alla grande.

E per finire, per i miei insegnanti di shiatsu
Potevate dirlo che con la professione dello shiatsu avrei alimentato il mio spirito, ma sarei anche morto di fame. E poi, l’attestato dovevate darmelo alla fine dei tre anni, anche se avevo saltato qualche weekend.. e pensare che avevo ripreso il corso dopo più di un anno di fermo per l’incidente alla schiena..
vedere tutti i miei compagni che prendevano il diplomino ed io no è stato umiliante, ma io ero un guerriero della luce, e tutto questo mi rendeva più forte.
Avevate un gioiello fra le mani, e lo avete scambiato per un sasso.
Pazzi.

2 commenti:

Lauce ha detto...

Non oserei mai fare un colpo di stato senza di te! :) quindi puoi stare molto tranquillo!

Mi dispiace.

liberoPensieRoberto ha detto...

ho smesso di stare tranquillo mooolto tempo fa.. diciamo che pur fidandomi di te, non mi fido della vita, troppo "burlona" per essere prevedibile.
E la nostra associazione ne è un esempio.

grazie.