mercoledì 28 ottobre 2009

Ancora una volta il signor G mi toglie le parole

-
'Stasera sono teso come una corda di violino.
Anzichè vomitarvi addosso i miei casini, vi faccio ascoltare una canzone che rispecchia esattamente quello che mi sento ora.
Ovviamente c'è lo zampino del signor G.
Ascoltatela bene.
-

2 commenti:

Maraptica ha detto...

"Anche per oggi non si vola una cassa enorme che mi porto sulla schiena che mi schiaccia..." Piuttosto chiaro eh?! Eh si...

aleph ha detto...

Conosco una massaggiatrice thailandese che farebbe al caso tuo...