lunedì 19 ottobre 2009

Punti di vista?

-
Ho fatto la scoperta del secolo: le cose che vedo io sono diverse dalle cose che guardano gli altri.
Sì sì, ho capito tutto, tuttissimo.
Ecco la verità dove sta: sulla terra siamo, diciamo, sei miliardi di esseri umani. Ognuno di noi vive in una dimensione parallela, quindi sei miliardi di dimensioni che, però, apparentemente sono tutte uguali, ma… ecco che le piccole differenze fanno la loro comparsa, ed improvvisamente ci ritroviamo a discutere col nostro prossimo, sforzandoci di far prevalere il nostro punto di vista.

- Insomma, non vedi che questa scatola è rossa? –
- Ma sei daltonico? Non vedi che è arancione? –

- dobbiamo pulire, questa casa fa schifo..-
- ma come schifo? A me sembra tutto a posto..-

- il nostro è un amore grandissimo, vero?-
- mah, veramente vorrei lasciarti.-

Vedete, una volta pensavo che fossero problemi di comunicazione, ma oggi sono convinto che hanno tutti ragione, perché… nelle loro dimensioni parallele esistono sia le scatole rosse che quelle arancioni, la stessa casa può essere in ordine o disordinatissima, lo stesso rapporto può essere stupendo o decadente, allo stesso tempo.

Del resto, anche la meccanica quantistica mi viene in soccorso: non so se lo sapevate, ma un fotone si comporta sia da onda che da particella, è per questo che per una ragazza un bagno è sporco, mentre per il suo convivente è pulitissimo.

I punti di vista sono tutto.
Io sono cattivo o buono, a seconda del punto di vista.
Se una donna italiana getta un bambino nel cassonetto della spazzatura, per noi è cattiva, mentre se una donna africana abortisce per noi è buona, perché non mette al mondo altra sofferenza, visto che il futuro figlio è destinato quasi certamente alla fame, alle malattie, alle guerre civili.

Punti di vista.

È su questo che giocano (uso il verbo giocare consapevolmente) gli psicologi; tu porti loro un sogno, una nevrosi, un problema sessuale, e loro ti danno un punto di vista, obbligandoti ad assecondarli nella loro follia megalomane.
Io credo che gli psicologi si curino coi clienti/pazienti. Se togli un paziente ad uno psicologo, quest’ultimo soffrirà di crisi di astinenza, avrà nevrosi incontrollate, farà incubi tremendi.

Se piango è perché piango, caro psicologo.
Se per me è carne mentre per te è spirito, a letto, sono solo punti di vista, entrambi sincerissimi, perché dovuti alle dimensioni parallele.

Vi è mai capitato di vivere una storia che in realtà era tutt’altro?
Vi è mai successo di sentirvi sgridare per una cosa che voi pensavate di fare benissimo?
Vi è mai accaduto che qualcuno vi detestasse senza che voi gli abbiate mai fatto nulla?

Dimensioni parallele, ragazzi miei, dimensioni parallele.

-

14 commenti:

Maraptica ha detto...

Un pò comodo...nn credi?! ;)

giò ha detto...

benvenuto nel mondo Ro!!!!!

alice ha detto...

in qualche modo stiamo vivendo la stessa cosa...

paranhouse-hurt mao ha detto...

Secondo me c'è qualcosa di Molto sensato nelle parole di Roberto, senz'altro quella che viene definita "dimensione parallela" la trovo curiosa ed avvincente, però io la chiamo realtà, la diversità dei punti di vista è umana, la mancanza di comunicazione invece è ancora più umana.. insomma, non trovo sia comodo il discorso di Roberto, ma penso che accettare i punti di vista degli altri senza entrare in contrasto con noi stessi sia... antiproducente per la nostra morale, o qualcosa del genere, in fondo siamo esseri Unici e Uguali tutti allo stesso modo!

ciao Roberto!!!

aleph ha detto...

Urka, il ragazzo mi si sta avvicinando all'aleph pure lui...comincia ad essere affollato

Radio Pazza ha detto...

HAHAHAHAHAAAA che mito che sei ... beh! ti dirò che la vedo così: cercando esempi in natura penso che il punto di vista sia un pò come il vaso sanguigno, si parte da un arteria poi ci si dirama fino a creare dei canaletti piccoli piccoli nei quali i globuli rossi sono obbligati a passare in fila indiana e nutrire di ossigeno le cellule.
Da quel momento in poi sei in una vena e non sai nemmeno siegarti perchè ... ?!?!?!

Eppur si muove

Bak

Angela ha detto...

Ciao Rò,
ti dirò il mio libero pensiero, a prescindere da ciò che gli altri hanno già detto.

E' vero, ognuno di noi vive in una sua "realtà" che a volte può nn combaciare con chi ci stà intorno.
Come l'esempio della scatola rossa e arancione, o il bagno che x una donna è sporco mentre per un uomo è pulito.

E' come quando due amanti si incontrano e sembra che tutto sia andato bene mentre in realtà uno dei due ha dei dubbi.

Insomma, alla fine come la mettiamo e la rigiriamo, ci sarà sempre qualcuno che ci dirà che le nostre sono false verità, o che il cielo nn è azzurro ma turchese, ognuno la vedrà come meglio crede.

E x questo che poi diventa difficile la vita di coppia, unire due universi paralleli è un'utopia....

Yuki ha detto...

Grande post! Me sei piaciuto.

W la fisica quantistica.

Yuki ha detto...

...ah, dimenticavo. È da settimane che ho cominciato una puntata di RadioPrisma intitolata Universi Paralleli... Troverò il tempo per finirla? Ste giornate so' troppo corte. Che ce faccio co' 24 ore???? Aiutooooo! Mi ci vorrebbe una dimensione parallela per fare tutto. :D

liberoPensieRoberto ha detto...

X maraptica
Comodo? È un dramma invece!

X giò
Grazie, c’è un aperitivo in omaggio?

X alice
Beh, credo sia così per tutti e 6 miliardi. Forse stiamo vivendo tutti la stessa cosa. Forse. Boh. Mah. E chi può dirlo? :))

X mao
Tutto è antiproducente, azz. Se segui te stesso è antiproducente, se segui gli altri non parliamone… qualcuno mi può sparare sulla luna con la prossima sonda spaziale?

X Bak
Siamo fatti cosììììì siamo proprio fatti cosììì viaggia insieme a noi attraverso il corpo umaaa nooooo

X angela
Hai visto, unire due universi è paralleli è impossibile.

X Yuki
Ti segui spesso, anche se non lascio commenti. Di universi in quella testolina mi sa che ne hai da vendere.. quindi secondo me lascia stare quella puntata che non ne vieni a capo eheheh.. ps. Pè stato bello sentirti con la nostra amica Ishtar.

liberoPensieRoberto ha detto...

X maraptica
Comodo? È un dramma invece!

X giò
Grazie, c’è un aperitivo in omaggio?

X alice
Beh, credo sia così per tutti e 6 miliardi. Forse stiamo vivendo tutti la stessa cosa. Forse. Boh. Mah. E chi può dirlo? :))

X mao
Tutto è antiproducente, azz. Se segui te stesso è antiproducente, se segui gli altri non parliamone… qualcuno mi può sparare sulla luna con la prossima sonda spaziale?

X Bak
Siamo fatti cosììììì siamo proprio fatti cosììì viaggia insieme a noi attraverso il corpo umaaa nooooo

X angela
Hai visto, unire due universi è paralleli è impossibile.

X Yuki
Ti segui spesso, anche se non lascio commenti. Di universi in quella testolina mi sa che ne hai da vendere.. quindi secondo me lascia stare quella puntata che non ne vieni a capo eheheh.. ps. Pè stato bello sentirti con la nostra amica Ishtar.

giò ha detto...

ma certo! quando vuoi! Spritzettino???
smack!!!

liberoPensieRoberto ha detto...

;)

Yuki ha detto...

quindi secondo me lascia stare quella puntata che non ne vieni a capo eheheh

Lasciar stare? Giammai! :)
Non è il venirne a capo il problema (non ho questa pretesa, ahahaha), ma il tempo materiale che mi manca per dedicarmi a Radio Prisma quanto vorrei... Uffi. :(

Fa piacere sapere che hai apprezzato la puntata a due. Il feedback, lo dici bene tu stesso, è fondamentale per capire se si sta comunicando bene... ;)

Thanks for following! :)