giovedì 5 marzo 2009

I miei vizi capitali: accidia

Ora mi alzo.
Cinque minuti.
Se tengo un occhio chiuso con l’altro punto la sveglia.
Facciamo cinque minuti da adesso.
Cosa devo fare oggi? Mmm.. lavoro.. poi? Ah già, devo passare all’ospedale per i referti.
Ecco, cinque minuti da adesso e mi alzo.
Non ci vado all’ospedale, vado domani.
Ma stasera devo uscire coi ragazzi? Noo…che palle, non ho voglia di prendere freddo.. e poi non ho voglia di stirarmi la camicia.
Va bene, cinque minuti da ora e mi alzo.
Chiamo l’ufficio e dico che ho la febbre.
Non ho voglia di cercare il telefono. Mi chiameranno loro.
Oggi.. ma sì dormo un po’ che ne ho bisogno…
Facciamo dieci minuti da ora...
Va beh, non chiameranno.
La punto a mezzogiorno.

Nessun commento: