mercoledì 17 giugno 2009

Ui ar Italians

-
Questa mattina ho chiesto al benzinaio un chilo di olio per la macchina.
L’ho osservato bene. Ha preso una confezione già aperta, e l’ha svuotata in pochi istanti; era evidente che mi stava allegramente prendendo per i fondelli.
L’ho lasciato fare, non avevo ne’tempo ne’ voglia di discutere.
-
La signora della cartoleria vicino a casa mia fa la simpatica, l’ingenua, quella che siccome è molto anziana, a volte può sbagliare, intanto devi sempre stare attento al resto che ti da e non fa mai, e dico MAI, lo scontrino.
-
Il salumiere credo che abbia problemi di udito, perché quando gli chiedo mezzo etto di affettato mi da 60 grammi, quando dico un etto mi da un etto e due.
-
Il tipo della trattoria dove raramente vado a mangiare a pranzo, si ostina a portarmi la bottiglia d’acqua già aperta; l’acqua gasata è palesemente annacquata da quella di rubinetto.
_
I meccanici mi sparano sempre una cifra a casaccio per gli interventi, poi dico che lavoravo alla L### R###, dove controllavo proprio i preventivi dei meccanici, e magicamente gli euro chiesti si dimezzano quasi sempre (fantastico il caso della cinghia di trasmissione: da 200€ chiesti lì per lì, il tipo è riuscito a scendere a 50€ nel giro di un minuto).
-
I piastrellisti (ahimè, ho dei casi in famiglia) gonfiano sempre i metri quadri di pavimento piastrellato, per non parlare della mega cresta fatta sui materiali, cresta scaricata con astuti giri di fatture.
-
Mi verrebbe da dire che l’unico posto dove non mi fregano è il cinema, perché mi fanno sempre lo scontrino; peccato che danno l’inizio del film alle 20.30, tu fai di tutto per essere puntuale, ma da quel momento fino alle 20.40 passano solo pubblicità di automobili.
-
Al Mc D###### ti danno panini freddi, che tecnicamente vengono chiamati “scaduti”, nonostante le rigidissime regole interne.
Io ci ho lavorato due anni e mezzo e modestamente credo di saper distinguere non solo se un panino è fresco (cioè caldo), ma ti so dire anche da quanto tempo è stato fatto, se la carne è buona, idem per il pane, le patatine, pollo fritto e filetto di pesce.
Una volta chiedo un panino col filetto che non era pronto, e mi viene dato dopo qualche secondo; io conosco i tempi di cottura del filetto (4 minuti), e in più quel panino viene vaporizzato, in un macchinario che fa un suono particolare… beh, quando ho fatto notare alla tipa che nulla di ciò era successo, che mi era stato dato un panino vecchio e che ero stato un crew-trainer quindi sapevo bene di cosa stavo parlando, mi son sentito rispondere “eh, magari da quando ci lavoravi tu le cose sono cambiate!”.

Ora mi chiedo: ma perché gli italiani devono sempre, sempre, sempre fare i furbi e prenderti a tutti i costi per il culo?

12 commenti:

Maraptica ha detto...

Io ti ammiro, perchè dopo averci lavorato in quel posto lì (scusami ma non riesco a pronunciarlo nemmeno), ci torni ancora ad avvelenarti... Sei coraggioso Robè! :P

liberoPensieRoberto ha detto...

na na na na.. questa volta ho da ridire.
Credimi, davvero credimi, sono in buona fede se ti dico che se c'è un posto dove il cibo è controllato, italiano, fresco, dove le norme di igiene sono addirittura maniacali.. beh, è proprio quella catena di ristoranti.

Ho lavorato nei ristoranti italiani e posso garantirti che c'è da star male.

Politicamente uno può aver da ridire, ma dal punto di vista della qualità del cibo ti dico che è di gran lunga superiore alla media.

Certo, se mangi tutti i giorni quei panini diventi una palla, il fegato va alle cozze, ma non perchè i panini in se sono cattivi.

Maraptica ha detto...

A mio avviso ciò che si dice "a norma" non è sinonimo di "alimento sano". MI spiego, pu essere a norma un panino di gomma che se lo mastichi per un'ora ha sempre la stessa identica consistenza, ma questo panino ha solo il nome che ricorda il "pane". Il pane è quello fatto con il lievito naturale e la farina, punto. Il pane, quello vero, dopo una settimana, dieci giorni, comincia a metter su la muffa. Il panino, della catena che tu nomini, resiste mesi.... è successo proprio alla sottoscritta di averlo dimenticato in uno stipo e di averlo ritrovato intatto (con immenso stupore e tanti punti interrogativi) dopo due mesi. Che sia " a norma" d'igiene e quant'altro... non lo giudico io, che sia chimico, si!
Per quanto riguarda la "qualità" dei ristoranti italiani, ci ho lavorato a lungo anche io... è mediamente una qualità pietosa. Concordo. Ma questo non fà del panino di gomma un alimento sicuro.
p.s. Il discorso morale/politivo che ci sta dietro, manco lo inizio.

liberoPensieRoberto ha detto...

Sono pienamente d'accordo con te, se però si parla dei panini che compri al supermercato.
Vedi, al Mc il pane, come qualsiasi altro cibo, riporta 2 scadenza: primaria e secondaria.
Lo so bene, io mi occupavo anche di quei controlli.
Beh, il pane ancora chiuso nelle confezioni (fatto da fornitori italiani, qui da noi), ha una scadenza ben definita, c.a. 3/4 giorni, e va conservato in cella positiva (4°C). Quando si apre ha una scadenza secondaria di poche ore.
Purtroppo è così, infatti buttavo quantità indecenti di cibo, anche se in realtà era ancora buono.

Davvero, non sto difendendo ciò che rappresenta, figuriamoci, ma è un dato di fatto: il cibo è fresco.
Io scaricavo la roba il lunedi e il giovedi.

Maraptica ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Maraptica ha detto...

Parlo dei panini classici che si usano lì, in quella catena. Quelli dove dentro si mette l'amburger... o ciò che si spaccia per carne. Quei panini tutta mollica che cambiano colore solo in superficie e che se li schiacci cento volte tornano del volume inziale. Insomma Robè, non me lo chiamare pane quello. Sarà pulito e avrà una scadenza, ma non è sano, non è genuino, non fà bene. E soprattutto, un alimento che non mette su muffa, che non viene intaccato dai microrganismi... perchè dovrei volerlo intaccare io?!

liberoPensieRoberto ha detto...

Beh dai non scanniamoci per questa cosa.. io ti dico che appena te li dimenticavi, cominciavano a puzzare e li buttavamo via...
La carne, beh, libera di non crederci, era carne di manzo italiano, con tanto di etichetta di provenienza, di certificazione (quindi manzi non alimentati con farine animali o cagate delgenere).

In ogni caso, sappiamo entrambi che in generale la qualità del cibo è scaduta; solo non me la sento di puntare il dito su quella catena, quando i nostri fanno un sacco di porcate, tutto qui.

Pace?

Se venite da ste parti vi faccio un piatto macrobiotico vegetariano.

Maraptica ha detto...

Discutere non vuol dire litigare. Non si deve fare pace quando non ci si è scannati affatto ;)
Te lo faccio io un piatto macrobiotico... fidati, ne invento una ogni giorno.

liberoPensieRoberto ha detto...

:)))

bene, ora me ne vado a casetta bella, magari più tardi mi riconnetto.. oppure dormo per tre settimane di fila !

paranhouse-hurt mao ha detto...

Avete parlato così tanto di pane e carne che adesso vado nel Mc più vicino e.... mi facci fare una bella zuppa di farro e lugumi vari eh!! UOAHAHAHAHAHAHAHAH!!

Ciao Roberto & SarahMaraptica!!

aleph ha detto...

Aggiungici una supercretina che oltre che farti pagare un cappuccino con cornetto 2,80 (!!!), perchè dice sono macrobiotici,cerca sempre di fregarti anche i 2 cent, e quando glielo fai notare fa finta OGNI SANTA VOLTA di cadere dalle nuvole facendoti un sorrisone da amicona. Sono decisa di andare a verniciarle la vetrinetta.
PS io purtroppo adoro il bigmac con le patatine, c'aggia fa???

liberoPensieRoberto ha detto...

io, ragazzi, ho avuto momenti di follia alimentare, quando lavoravo là ed uscì il Mc Rib.
Era un panino con semi di senape, una salamella oblunga, una salsa da orgasmo e le cipolle fresche..
Ne ho mangiati quintali..
Poi noi facevamo i mix, esperimenti da laboratorio:
aggiungevamo insalata, formaggio, fettine di bacon...

Che mangiate!

Non vi dico quando uscì al cinema Mulan, e noi facevamo gli spring roll (involtini primavera)...
azz che buoni!!!!!!

Mi sento un verme, faccio pubblicità agli americani.