venerdì 26 giugno 2009

Who's bad?

Avevamo uno stereo, con il piatto col giradischi, la radio e due mangianastri; sotto c’era lo spazio per riporre i dischi, appunto.
Io ascoltavo tutto il giorno, anzi tutti i giorni, la radio, le mie cassette e i miei dischi.
La musica ti arriva dritta al cuore, non ha colori, ne’ partiti, tendenze sessuali o religioni. La musica è il suono della natura, di cui tutti noi facciamo parte.
-
Beh, fra quei dischi, ce n’era uno che ascoltavo più di tutti, ed era Bad, di Michael Jackson.
Più di tutti i brani, mi aveva sempre emozionato Man in the mirror, e riascoltandolo una settimana fa su Radio Capital, mi sono catapultato improvvisamente nella mia stanza da ragazzetto, mentre ascoltavo quel disco.
È stato molto bello rivivere quelle emozioni.
-
Questa mattina leggo sul sito dell'ANSA che Michael ha avuto un infarto ed è morto.
Chi mi conosce sa benissimo che io non ho mai, mai, mai creduto alle accuse che gli mossero, perché per me servirono soltanto ad eliminarlo dalla scena.
Era troppo famoso, troppo amato. I suoi dischi raggiunsero livelli di vendita inimmaginabili.
-
Una cosa è certa: le immagini che di tanto intanto ci giungevano di lui, mostravano un uomo con la mente e lo spirito distrutti, e che cercava sempre di trasformare se stesso in qualcos’altro. Quelle fotografie erano drammatiche, ai miei occhi, non ridicole.
-
Proprio non ci riesco a giudicarlo "un orco", come leggo sui quotidiani che parlano di lui.
Del resto, Who’s bad?

11 commenti:

Rita ha detto...

A Michael vorrei esprimere un grazie sincero per la sua musica e la sua bravura.
GRAZIE MICHAEL,
da Rita

Maraptica ha detto...

Rimangi a bocca aperta, questo è stato il primo disco che ho comprato nella mia infanzia... Black or white era diventata un cavallo da battaglia per me. Non so dirti quante volte ho ascoltato questo album, so solo che (nonostante non conosca l'ingelese), le parole le sapevo a memoria! Jackson l'hanno distrutto le chiacchiere, l'invidia, i suoi soldi... e quella strana voglia di diventare qualcosa di diverso dalla gran persona che era. Quando usciva l'argomento, l'ho difeso con tutte le armi. Io lo saluto come salutassi un amico...ciao ragazzo dei Jackson five

elisabetta ha detto...

hai ragione quelle immagini erano drammatiche,non ridicole..

Elly ha detto...

Questa mattina mi sono svegliata con il TG5 che dava questa triste notizia. Sinceramente l'ho sempre trovato piuttosto ambiguo. Un personaggio che non ho mai ammirato, troppo strambo e pieno di vizi. Pronto a sperimentare cambiamenti estremi su se stesso. Ma la sua musica... quella sì che l'adoro. Non ho provato nessuna sensazione per la sua morte, sarà anche perchè sono piuttosto insensibile. Ma come diceva qualcuno lo spettacolo deve continuare.
Ciao

liberoPensieRoberto ha detto...

x rita
anche io ringrazio la sua musica, come dici tu, perchè fa parte della mia infanzia/adolescenza.

x maraptica
abbiamo la stessa posizione, ma comprendo molto bene chi la pensa diversamente.

x elisabetta
sì, molto, molto tristi. Sul web girano centinaia di storpiature della sua immagine, già storpiata dalle operazioni. E' inevitabile, lo so, perchè è un personaggio pubblico, però è triste.

x elly
grazie per il tuo commento molto sincero. Io penso sia giusto ricordare le luci e le ombre, ed è vero che lui lascia molte.. perplessità.
Io personalmente non ne ho.

paranhouse-hurt mao ha detto...

la mia opinione è che Michael è nato nero e morirà tale, perchè se avesse placato negli anni la sua "voglia" di cambiare, non avrebbe fatto tanti interventi e quell' aria di insoddisfazione magari gli sarebbe svanita dal volto. Ognuno fa le sue scelte, criticabili o no che siano.
Però stò brutto Mondo ha senz'alto perso un grande artista, voce e musicalità e spettacolarità.

Ciao Roberto!!!

Elly ha detto...

Sono sempre sincera anche se può dar fastidio a qualcuno. La sua vita è criticabile, ma come dicevo prima, la sua musica no.
Rispondimi sinceramente, se puoi:
ma tu credi davvero a tutti quei personaggi noti che continuano a lasciare dichiarazioni ai giornalisti? Io ovviamente no, perchè se mi viene a mancare una persona cara mi chiudo nel mio dolore e non vado a sbandierarlo a tutto l'universo...

Ciao

liberoPensieRoberto ha detto...

elly,
sinceramente parlando mi stanno proprio sulle palle, visto che lo hanno evitato come un lebbroso, anche se al processo del 2005 è stato assolto con forma piena.
Sono ipocriti da fare schifo.

desaparecida ha detto...

Anche io fan di "thriller" e di "bad" ed in particolare "man in the mirror" l'ho logorata nell'ascoltarla ripetutamente (parlo di vinile).

Come artista nulla da dire,come personaggio non mi piaceva più da anni,senza discuterne la bravura naturalmente.

Una cosa è certa in me il senso di tristezza nel vedere un uomo logorarsi così fortemente nel fisico e nella mente,un uomo alla ricerca di un'infanzia che forse non ha mai conosciuto.

Ciao roberto,
ti ho letto un po' e commentato anche nel post "caro babbo"....ma sei pieno di tante cose...poi ritorno eh?

Per adesso :
piacere di conoscerti! :)

alice ha detto...

come si può giudicare non vivendo personalmente certe situazioni...

liberoPensieRoberto ha detto...

x mao
"spettacolari" per me è addirittura poco.. quando ballava e cantava sembrava un angelo che danza nell'aria.

x alice
vero, come si fa a giudicare?
Le mie impressioni sulla sua fragilità mentale sono dovute a scene pubbliche, come lui con le varie mascherine al viso (che faceva mettere anche ai figli!), o gli ultimi interventi che lo hanno sfigurato...
In merito all'unico processo che ha subito, beh, "come si fa a giudicare" è una domanda che faccio a tutti coloro che gli danno del pedofilo, quando è stato assolto con formula piena...
Se dobbiamo GIUSTAMENTE attenerci a ciò che è pubblico, Michael Jackson era un artista completo dedito alla beneficenza.