domenica 16 novembre 2008

Figlio mio preparati, la vita è:

“La lavatrice che mangia i calzini.
La metro che arriva solo quando metti un euro nella macchinetta per prenderti una barretta di cioccolato.
I Carabinieri che ti fermano solo quando ti è scaduta l’assicurazione oppure 5 giorni dopo la scadenza della revisione.
Leggere, solo dopo aver messo 2 euro nella macchinetta del caffè, la terribile scritta: solo 5,10,50 cent. e 1 €. NON DA RESTO.
Restare con pochissima benzina quando hai solo poca moneta nel portafogli, e le macchinette dei benzinai non riconoscono il tuo bancomat.
Vivere in una casa di corte, dove ci sono mille spazi verdi, ma i gatti randagi che cagano solo sulla scala che porta a casa tua.
Fare tutte le volte il tè, poi distrarti, far bollire ed evaporare tutta l’acqua, e rifare il tè sempre una seconda volta.
Sedurre una donna, dopo innumerevoli tentativi, lo stesso esatto momento in cui le arrivano.. sì quel momento in cui col cavolo che si spoglia.
La vita è tua madre che entra senza bussare quando, beh, quando avevi fatto di tutto per restare solo.
La vita è restare 1 settimana a casa con la febbre mentre il tuo amico esce con la ormai non più tua ragazza.
La vita è “per aprire un conto?”, “si rivolga al mio collega” / “per fare un reclamo?”, “si rivolga al mio collega” / “per pagare questo bollettino?” , “si rivolga al mio collega”.
La vita è “posso sapere cosa mi state dando?”, “non si preoccupi, è per il suo bene”, “si ma posso sapere cos’è?”, “stia tranquillo, siamo qui solo per aiutarla”, “ma cazzo voglio sapere cos’è io non mi faccio imbottire a casaccio aahhrrrggg” “infermiera, prepari subito il valium.. abbiamo un signorino molto agitato qui…”.
La vita è il contatore che salta, ed erano 5 mesi che dicevi fra te e te “devo comprare le candele nel caso in cui salta il contatore”, ma non ci sei ancora andato.
La vita è chiamare per un puro caso la tua donna con un altro nome, che nemmeno sai a chi possa appartenere, e passare le successive 15 ore a spiegare che è stato un errore.
La vita è finire senza lavoro esattamente 5 mesi dopo aver comprato la casa, ed esserti indebitato per 30 anni.
Mettere il sale per sbaglio nell’ultimo latte che ti era rimasto in casa.”

“Ma papà, le cose non vanno sempre male... e poi magari noi piccoli faremo un mondo migliore, no?!”

“Avevo dimenticato di dirti l’ultima cosa, la più importante: la vita è saper sognare.”

2 commenti:

Luna_tica ha detto...

La vita è;
"Darsi sempre e comunque una seconda chance"!!! ;-)

bacio

Anonimo ha detto...

Ciao Raccontami dell'energia ad impatto zero, cioé come hai fatto.
Scrivimi sul canale NunVeReggaeCchiù - Ciao da Prometheo