lunedì 24 novembre 2008

Walterone walterone... anche tu a cazzate non scherzi...

Per par condicio, mi sento il dovere di dire due parole su Veltroni.
Fatto.
Ho detto "due" e "parole". Cos'altro c'è da dire su Veltroni?

Sta facendo fare il gioco sporco a Di Pietro, mentre lui fa l'opposizione ombra, cioè ombra di Berlusconi.
Come si fa a fare un governo ombra?
Semplice: si lega con la cintura un uomo del PD dietro ad ogni ministro del PDL, per 24 ore al giorno, e fai in modo che gli giri intorno allo scorrere delle ore, e il gioco è fatto.

Lui, Ualter (lontano parente di UAN, grande protagonista di bim bum bam), è l'addetto all'ombra di Berlusconi. Gli sta appiccicato al cùcù. Berlusconi parla, e lui ribatte, ma solo dopo che Di Pietro ha fatto un po' di casino, così lui può fare sì opposizione ma allo stesso tempo difende il premier.
Che statista ombra con le palle!

C'è da imparare da Ualter, gira e rigira, lui è sempre lì. E' lì grazie alle primarie? Sì, lo hanno votato gli elettori di centro sinistra, poveretti, che avevano una scheda in cui scegliere fra Veltroni, Letta, Gawronsky, Bindi e Adinolfi. E tutti a chiedersi: e chi sono questi?
Votiamo Veltroni, così ci fa una rassegna del cinema in ogni città, e ci tiriamo sù un po' di spiccioli.

Walterone, sei una volpe.
Ancora ricordo la puntata di Che tempo che fa, in cui avevi promesso pubblicamente di ritirarti dalla politica, perchè "non si deve fare politica a vita".
Hai ragione, perchè ti accuso? Mica stai facendo politica.. prendi lo stipendio da parlamentare ma in realtà non stai facendo un c.. cùcù!

Nessun commento: