domenica 10 agosto 2008

BASTARDO DENTRO ATTO II (ovvero, sfogarmi sugli altri è rilassante!)

21. Esistono bambini bellissimi, bambini normali e bambini proprio brutti.

22. Quando tutti gli insegnanti di vostro figlio vi dicono che è un asino, è inutile prendersela con gli insegnanti; rassegnatevi ad avere un figlio asino.

23. Le dimensioni non contano, ma se sei anche timido, imbranato, bigotto e moralista, ragazzo mio è meglio che ti masturbi a vita.

24. La tua ex donna sta con un altro, e dopo solo 4 mesi vanno in vacanza insieme? Rassegnati, è più ricco di te.

25. Se ti senti di voler aiutare il tuo prossimo, comincia col risparmiarci il tuo aiuto.

26. Quello con la chitarra in spiaggia avrà più donne di te. Sempre.

27. Anche la tua donna guarderà quello con la chitarra in spiaggia. Sempre.

28. Fai un corso di chitarra.

29. Chiedi alla tua donna cosa conta di più fra la bellezza e l’intelligenza: La tua donna dirà l’intelligenza. Va bene. Presentagli un bel ragazzo, spalle larghe, che gioca bene a calcio, che ha un sorriso aperto, le fossette sulle guancie e gli occhi lievemente all’ingiù, che mette jeans aderenti e mostra un culo perfetto, che ha una voce rauca e sensuale, che fuma e beve con disinvoltura. Ora rifai la domanda alla tua donna.

30. Amarsi è come ubriacarsi: inizi con timore, poi pian piano ti lasci andare, poi sei preda delle passioni e non ti trattieni più. Finisce tutto con una dormita e l’indomani vomiti l’anima.

31. Il giudizio degli altri è molto utile. Quando soffri di stitichezza.

32. Non hai scampo: fiere, mercatini, bancherelle, centri commerciali. Se ti sposi sei costretto a passarteli tutti.

33. Quando desideri ardentemente una donna che non ti si concede mai, ti conviene farti coraggio e dirglielo, soprattutto se te la sei sposata.

34. I figli prendono i pregi dalla madre ed i difetti dal padre. Per questo tuo figlio non va bene a scuola ma in compenso è bravissimo a rompere i coglioni.

35. Al primo che mi parla di nonni affettuosi tiro un pugno sul naso.

36. Esistono quelli che ti lasciano con coraggio, dicendotelo in faccia. Poi quelli più deboli, che preferiscono una lettera. I tempi cambiano, però, e questi ultimi si sono adeguati: ora ti mandano un sms.

37. L’uomo perfetto è: gentile, bello, simpatico, intelligente, autoironico, serio, istruito, informato, fantasioso, perverso, forte, delicato. Dovrebbero mancarmi forte e bello, poi ho finito l’album degli x-men.

38. Se lei ti dice che non esce perché deve finire un libro spiazzala subito e chiedile “allora usciamo quando lo finisci”. Passerà qualche secondo prima che inventi un’altra scusa.

39. La differenza fra un ricco e un povero? Il povero deve fare un mutuo di 30 anni per comprare una casa di 74.000 euro, il ricco compra in un solo giorno due macchine da 94.000 euro l’una, una per lui una per sua moglie, e promette ai figli di comprarne altre due per quando loro avranno 18 anni. Ah, il ricco è quello che ha fatto i soldi con gli interessi del mutuo del povero.

40. Il medico che ti dice: “La sua malattia è ancora un mistero per tutti noi”, è un ottimo motivo per ubriacarsi.

2 commenti:

Kat ha detto...

proprio mentre stavo per scriverti "sei geniale" mi è caduto l' occhio sull' undicesimo comandamento...
e quindi ti dico:

"amen, fratello!!"

liberoPensieRoberto ha detto...

Addirittura geniale?!

Beh, una che si chiama kat, ed è del segno dei pesci, è ancor più geniale di me..

ad ogni modo,
amen sorella.
..
...
e così sia!

(quando mi fanno i complimenti finisce sempre così: preparo la tavola per dodici, battezzo la gente con l'acqua delle fontane e vado in giro a rovesciare le bancherelle dei mercati...)