mercoledì 10 dicembre 2008

Il tabù dell'odio

Avete mai augurato la morte a qualcuno?
Avete mai pensato, dopo aver visto o sentito una persona, "ma perchè non gli si ferma il cuore e se ne va all'altro mondo?".
No?
Vi dico io il perchè: l'odio è un tabù.
Esattamente come l'amore, il sesso, la morte, la libertà.

Guardare qualcuno negli occhi, e sperare di non vederlo più, mai più.
Ricevere una telefonata tutte le sere, dalla madre che non è più madre, ma solo croce.
Ricevere una telefonata ogni cinque o sei mesi, da un padre che non è più padre, e non è più niente.
Sentirli, e chiedersi “perché sono ancora vivi? Qual è il loro scopo, farmi del male? Per quanto tempo ancora? Ma perché non si calano giù un tubetto di pastiglie e mi lasciano in pace definitivamente?”.
Cosa comica, dopo anni e anni, pare che comincino a sentirsi. Unico argomento: Robertino.
Poi chiamano me. L’uno odia l’altra. Entrambi scaricano su me.
Questa scena l’ho vissuta giù 13 anni fa, è una specie di incubo.

No, amico, non è rabbia la mia, non è scrivere nervosamente.
Io prego ogni giorno che cessino di esistere, loro e gli altri due, i fratelli/fantasma, lo faccio sul serio, e me ne sbatto se l’odio è un tabù.
Preferisco piangere sulle loro tombe, che piangere sulla tastiera di un pc.

E tu giudicami come vuoi,
tanto provo da anni la cosa che ho appena scritto.

4 commenti:

Ishtar ha detto...

Io non sopporto i giudizi solo chi ci è passato può capire, l'odio è comunque un sentimento, mi spaventa più l'indifferenza!
Sono situazioni molto delicate e non sta a me dire come la penso, non conosco tutto ne voglio sapere...
Ma ricorda l'odio è sempre un sentimento...
Ciao

liberoPensieRoberto ha detto...

Cara N.,
ho fatto di tutto per defilarmi dalla negatività delle persone che ho nominato, ma sembrano addirittura inseguirmi. Ovunque vada, mi inseguono!

L'indifferenza in questo caso sarebbe una manna dal cielo.

Parlar di questo proprio con te, mi rendo conto che è addirittura paradossale, eppure sono certo che capirai.

Anonimo ha detto...

Non so nulla, ma ti auguro di trovare la forza dentro di te per perdonarli per il male che ti hanno fatto e continueranno a farti. Solo così, che siano vivi o morti, non ti influenzeranno più in alcun modo.

ValeTata ha detto...

un post dai contenuti molto forti... solo otu sai quello che provi e perchè. Io sò solo che nella vita nessuno si sceglie la famiglia e nessuna famiglia è perfetta... leggendo i tuoi post ho scoperto un uomo ironico che affronta la vita, affronta anche questo e se possibile disinteressatene, solo per la tua serenità. Vale