lunedì 27 luglio 2009

AI DISABILI ED ALLE ASSOCIAZIONI

"Con la presente, mi pregio di presentare l’Associazione ” Il Filo Creativo di Flavia”, di cui sono la Presidentessa, affinché si possa unire le nostre sinergie a favore dei disabili e dei disagiati.
Ho fondato questa associazione con l'intento di sviluppare il più possibile le capacità di ognuno, attraverso le arti manuali (decoupage, cartonage, pittura....). e intellettuali ( libri, giornalismo e poesia).
Sto creando un gruppo di disabili "creativi", al fine di sostenerci e acquistare un pulmino e portare avanti altri progetti che aiutino i disabili e le loro famiglie.
E’ mia intenzione pertanto, creare una sorta di holding di associazioni che, inglobi al suo interno diverse realtà. Queste continueranno comunque a mantenere la loro linea di gestione, ma uniranno le forze per un unico fine. I vantaggi si avrebbero in materia di costi, di visibilità e di unità operative.
Tra le nuove proposte, c’è in futuro l’idea di aprire una linea (numero verde), che riceva le chiamate dei disabili e le relative richieste, saranno dirottate all’associazione competente.
Questa è una delle tante idee che si possono creare assieme.Attualmente già un’associazione ha accettato di stipulare un patto d'intesa con il "Filo Creativo di Flavia onlus" . L’ ACR IL MILANESE. Un'associazione culturale ricreativa, che opera nella provincia di Milano, Sanremo e Roma.
Concludendo, Vi chiedo qualche minuto del Vostro tempo per discorrere assieme ed ampliare questo discorso.Sicura di un Vostro interessamento, resto in attesa di gentile riscontro.Cordiali Saluti Capelletti Flavia
Il Filo creativo di Flavia ONLUS (
clicca QUI per il sito del Filo)"

1 commento:

Rita ha detto...

Trovo che c'è molto da fare ancora per sensibilizzare tutti sul tema dei disabili;c'è spesso il rischio di ghettizzarli,di intraprendere qualche buona iniziativa,ma fondamentalmente,parlo da infermiera(lavoro in una Unità Spinale)loro si sentono soli,anzi spesso presi in giro da chi dovrebbe invece tutelarli.
Mancano sempre le risorse,i fondi...: ma quanti spechi ci sono attorno a noi e anche in ambito sanitario che potrebbero essere tranquillamente evitati e che invece imperano e non fanno più neanche riflettere!!!
E' paradossale.