giovedì 30 luglio 2009

RadioRò - L'angolo di Rò

Ciao amici, eccoci tornati all’angolo di Rò!
Voglio leggervi una lettera struggente di una nostra ascoltatrice; si chiama Nicole e ci scrive da Busto Arsizio. Questa volta dedico la puntata solo a lei, perchè si tratta di una lettera lunga e sofferta, ed è giusto darle tutta l'attenzione.

-
Caro angolo di Rò,
Nonostante la mia perfezione, ebbene sì, anche io qualche difettuccio ce l'ho.
Il più grande in assoluto, è il disordine. Sono una pessima donnina di casa. Non mi piace fare le faccende, e devo essere sincera, mi trovo completamente a mio agio nel mio caos. Dicono che il disordine faccia parte del processo creativo perché crea nuovi rapporti tra gli oggetti. E io sono pienamente d'accordo. Ma il mio problema è ben più grave, va ben oltre le eterogenee relazioni tra gli oggetti. Il mio problema nasce quando gli oggetti spariscono, ed in particolare una specifica categoria: i calzini.
Lo so che è un cliché delle leggende metropolitane, ma sono disperata! L'altro mese ne ho comprati 4 paia... Ed ora me ne rimane UNO!
Ormai, ho così paura di perdere Spiuza (si, mi ha detto di chiamarsi così), che praticamente me lo porto dappertutto. è diventato il mio migliore amico. Sono così felice.
Ma mia mamma, invece, mi vuole portare da uno strizzacervelli, dice che non sono più la stessa e non vuole sentire ragioni. Addirittura quando m'impedisce di tenerlo a tavola pretende che non gli porti nemmeno una briciolina...

Io credo che lei sia semplicemente gelosa della mia amicizia speciale e credo anche che sia lei la responsabile della sparizione degli altri calzini... Ora lei vuole Spiuza!

E se dovessi perdere anche lui? è vero che i calzini vanno in paradiso? è vero che un giorno lo rivedrò?

Ti prego, aiutami!

In seguito ti allego le immagini dei nostri momenti più felici:


Calzino che si diverte a rubarmi gli occhiali


calzino che saluta felice della bravata




io e calzino che beviamo una rinfrescante orzata


...ed infine io e calzino che cantiamo col karaoke



Cara Nicole,
in questo momento di decadimento dei valori, è bello sapere che esiste ancora chi sa cosa vuol dire la parola amore!
Le foto che ci hai mandato sono davvero romantiche, e spero con tutto il cuore che tu e Spiuza possiate coltivare il vostro bellissimo rapporto.

La cosa che posso suggerirti è scappare di casa, tu e lui, e andare a vivere da soli, lontano da tutti, al sicuro dalle invidie di tua madre e dalle insidie del disordine.
Non so dirti se i calzini vanno in paradiso, ma se la risposta fosse sì, i tuoi 7 calzini scomparsi avranno senz’altro incontrato i miei 20 calzini, disgraziatamente ingeriti dalla mia lavatrice.
Tieniti stretto Spiuza, vivere insieme sarà il vostro paradiso!
-
Ed ora, dedichiamo a Nicole e il suo amico Spiuza un pezzo strappalacrime... e anche voi, amici che state ascoltando, tenetevi stretti le vostre dolci metà, perché in fondo, quando c’è l’amore, torniamo tutti un po’ cuccioli…




8 commenti:

paranhouse-hurt mao ha detto...

... mmh.. ho capito... sei diventato pazzissimo!!! mi piace stà cosa, eheheheh!!! mi piace che prendi sempre un'onda nuova.. non solo radio!!

Ciao Robertissimo!!!!

liberoPensieRoberto ha detto...

Nicole e Elly hanno colto la volo l'idea, potrai scrivermi anche tu se vuoi!

Cominciate a spargere la voce, che qua fondiamo un nuovo blog/radio!!!

Elly ha detto...

Sono commossa, mi unisco al dolore di Nicolle e chiedo a quella strega di sua mamma di lasciare lei e Spuza in pace!

Nicole ha detto...

Grazie dei consigli Angolo di Rò, che acume!

liberoPensieRoberto ha detto...

non ho la più pallida idea di cosa sia l'acume, ma suona piuttosto bene quindi, cara Nicole, grazie a te!

Maraptica ha detto...

Sono foto stupende Nicole, un giorno le rivedrai con i tuoi nipotini (?) e racconterai loro che grande nonno(?) avevano...
perchè tu sei consapevole (vero?!) che tra te e calzino sta nascendo una favolosa storia d'amore!?

Nicole ha detto...

Eh sì, Maraptica, man mano la consapepolezza in me si fa più vivida. E, devo ammettere,sono un po' preoccupata per la "forma" che i miei nipotini potranno avere....

Rò: Acume = ACUTEZZA della mente,
e siccome era un complimento all'ANGOLO anatomico (of course) di Rò, doveva essere anche un gioco di parole...
vabbè!

liberoPensieRoberto ha detto...

ma sì che lo sapevo (oohh) !!!

Non so quanto la mia socia riuscirà a sopportarmi per la realizzazione di RadioRò..
un giorno? un'ora?

(hihihi)