venerdì 23 gennaio 2009

Va bene, basta così.

Va bene, basta ridere, basta scherzare,
basta sorridere appena.
Va bene, basta giocare,
basta sognare, basta inventare
un po’ di gioia.
Va bene basta
essere sereni, tranquilli,
basta essere diplomatici,
basta mediare,
basta comprendere tutti,
è inutile, qualcosa a cui
attaccarsi trovano, sempre.
Basta aspettare,
respirare lentamente,
pensare prima di parlare;
non lo fa nessuno, ed io
non sono diverso,

non sono diverso.
Basta chiedere, spiegare, discutere,
basta scrivere montagne di parole,
l’ho fatto,
l’ho fatto,
e non lo faccio più.
Basta impegnarsi al lavoro,
basta essere collega disponibile,
basta essere figlio comprensivo,
basta essere tutto quello che voi
volete che io sia.

Educato?
Basta.
Basta essere passionale,
basta essere sincero,
mentono tutti, mentono tutti,
basta essere di parola,
mentono tutti, mentono tutti.
Basta aprirsi, basta tendere una mano,
basta commuoversi per niente.
Basta aspettare, l’ho già detto,
aspettare chi? E perché?
Basta dedicare canzoni e poesie,

o fiori,
o sorprendere con follie;
basta scrivere per amore.
Ci vuole un po’ di
sano,
immenso,
perfetto
silenzio.

2 commenti:

Star ha detto...

Vittima del tuo stesso vittimismo?
Ridicolizzarti in pubblico ti appaga?
Basta!
Alza gli occhi al cielo, prendi un bel respiro profondo e vivi....
consapevole che ogni cosa ha un suo perchè....

liberoPensieRoberto ha detto...

Sfogarsi è una cosa intelligente, non mi sento ridicolo.

Il dolore degli altri non è mai ridicolo.